La sindrome dello shopping di Mariafrancesca Venturo

Un pantalone “a mezzo sedere”, un maglione “a scorza d’albero”, colori “un po’ meno festivi” o un capo più “sghenzo” degli altri: quando si è alle prese con i desideri delle clienti di un negozio di abbigliamento all’ultimo grido, nessuna richiesta è troppo assurda e nessuna domanda può essere considerata inverosimile.

Così, le signore “abbondanti” continuano a pretendere di entrare in una taglia 42 (o 40! o 38!), le maniache dello shopping insistono a fare acquisti senza rendersi conto di aver già prosciugato la propria carta di credito e le commesse, senza colpo ferire, provano ad accontentare tutti senza mai venire meno ai requisiti fondamentali della loro professione: un sorriso a trentadue denti e una dose pressoché infinita di pazienza.

Un negozio, alla resa dei conti, è una finestra sempre aperta sul mondo e chiunque può entrare e chiedere le cose più strane, da un surreale "scusi, può farmi il nodo alla cravatta?" a un incredibile "vorrei allargare la fodera di questo abito, non è possibile che non mi vada bene".

D’altra parte si sa: il cliente ha sempre ragione… anche quando ha torto!

La sindrome dello shopping è uno stupidario della moda, un dizionario degli incredibili termini utilizzati dalle clienti per definire abiti, colori, misure e tagli. Ma anche un libro che, attraverso le irresistibili avventure della sua protagonista, non tralascia di raccontare la realtà del precariato giovanile e della generazione dei trentenni in cerca di indipendenza economica ed esistenziale.

Mariafrancesca Venturo è nata e vive a Roma. Ha conseguito la laurea in Arti e Scienze dello Spettacolo mantenendosi agli studi con il suo lavoro di shop assistantin un negozio di abbigliamento femminile. Dopo aver studiato recitazione con Perla Peragallo, si è perfezionata in teatro rinascimentale.Adesso, dopo aver superato due concorsi, è docente precaria della scuola primariastatale. In più, suona la chitarra, canta e dirige un coro composto da 72 bambini di otto anni. La sindrome dello shopping è il suo primo romanzo ma le sue avventure continuano on-line all’indirizzo http://lasindromedellacommessa.splinder.com.