0 Shares 5 Views
00:00:00
11 Dec

Le bambole sono tutte carnivore di Ángela Vallvey Arévalo

24 settembre 2009
5 Views

Sonia La Roja, psicoanalista trentenne, single con qualche chilo di troppo, condivide con la sorella minore un appartamento a Madrid e le preoccupazioni per una madre vedova in procinto di sposare un giovane fidanzato.

Nella vita è incapace di far tesoro dei consigli che elargisce ai pazienti sul lettino del suo studio, o di comportarsi con lo stesso equilibrio che dimostra sulle pagine della rivista Elle, all’interno della sua rubrica del cuore.

Il diario delle sedute con i suoi pazienti ci racconta la sua strampalata routine: dai paranoici metropolitani confusi e bizzarri, in perenne ricerca dell’amore, a chi un compagno ce l’ha già, ma proprio non riesce a capirlo; da Lorena, zoologa che guarda al mondo con gli stessi occhi con cui studia l’universo animale, popolato di Maschi Alfa, a Joaquín, paziente troppo emotivo che si scioglie in lacrime raccontando gli estremi tentativi di immedesimazione nei problemi della partner.

I botta e risposta della rubrica di Sonia disegnano in chiave umoristica e graffiante un personalissimo affresco sentimentale dei tempi moderni in cui tutto, dagli appuntamenti con uomini conosciuti via Internet fino al tema più classico dell’infedeltà coniugale, confluisce verso un unico punto: la difficoltà di mettere in comunicazione la sfera maschile con quella femminile.

Ángela Vallvey Arévalo è nata a San Lorenzo de Calatrava, Ciudad Real, nel 1964. Ha pubblicato alcuni romanzi, numerosi libri per ragazzi e tre raccolte di poesie. Con La città del diavolo ha vinto il Premio Ciudad de Cartagena de Novela Histórica 2006.

Vi consigliamo anche