Letture estive, cosa si legge in vacanza

Gli italiani abbandonano i leggeri Sophie Kinsella e simili, ma anche i thriller e i gialli modello Dan Brown, per dedicarsi a letture più impegnative e più serie. Anche e soprattutto sotto l’ombrellone.

Nella classifica dei libri più amati dagli italiani per questa estate 2007 figurano infatti tutta una serie di libri particolarmente difficili che rispecchiano determinate caratteristiche: sanno emozionare, sono scritti bene e in qualche modo raccontano delle realtà.

Non a caso tra tutti i titoli in commercio spiccano quelli dello scrittore-medico afghano Khaled Hosseini, Il Cacciatore di Aquiloni e il recente Mille splendidi soli, amati dagli italiani proprio per la narrazione e per il racconto.

Seguono a ruota autori molto amati come Jonathan Coe con La pioggia prima che cada, Andrea Camilleri con La pista di sabbia, Paolo Coelho con La strega di Portobello, Jeffery Deaver con La bambola che dorme.

Ma anche Niccolò Ammaniti con Come Dio Comanda, Milena Agus con il suo Mal di pietre, Mario Fortunato con I giorni innocenti della guerra e tutti i libri di saggistica che raccontano l’Italia che stiamo vivendo: La Casta di Stella e Rizzo, seguito da Calabresi – Spingendo la notte più in là e Inchiesta su Gesù di Augias e Pesce.

Tra gli outsider, gli italiani amano gli autori che trattano tematiche vicine alla loro vita e così impazzano Allen Carr con È facile smettere di fumare se sai come farlo e con È facile controllare l’alcol se sai come farlo, Cristina Piga con Ho il cancro e non ho l’abito adatto ed Eva Cantarella con il suo L’amore è un dio. Il sesso e la polis in cui l’autrice (professore universitario di Diritto greco) parla di storie d’amore ambientate nell’antica Grecia e attualizzate ai nostri tempi.