0 Shares 21 Views
00:00:00
17 Dec

Libri, torna Bridget Jones: ha 51 anni, problemi di peso ed è vedova

LaRedazione - 30 settembre 2013
LaRedazione
30 settembre 2013
21 Views

C’era una volta Bridget Jones single. Ora, nel terzo libro della saga, scritto da Helen Fielding, che gli appassionati italiani potranno acquistare dal dieci ottobre prossimo è diventata vedova. Il marito, Mark Darcy è infatti morto, anche se il libro non fornisce spiegazioni in merito. Ma per la protagonista, che ora ha 51 anni di età, anche se ne dichiara meno, non è il solo cambiamento: ha due figli, e nella sua vita di tutti i giorni è “ossessionata” dal proprio peso e da Twitter.

Bridget, però, tra controlli del peso e post sul social network, non perde tempo nel trovarsi una nuova anima gemella, e nonostante la sua età riesce a trovarla, addirittura di vent’anni più giovane: inizia una relazione con Roxter, questo il nome della nuova fiamma, che non sarà della più facili proprio a causa della differenza di età tra i due.

Bridget però non è cambiata del tutto, perché continua ad affidare al suo “diario” le riflessioni sui problemi che derivano dal peso, dagli acciacchi dovuti all’età, dai capelli bianchi. Gli estratti di alcune parti del libro, sono apparsi sul magazine del “Sunday Times” di ieri, e la novità della morte di Mark Darcy sembra non aver convinto tutti i fans della scrittrice, molto attaccati al personaggio che nei due libri precedenti sembrava quasi un “principe azzurro”.

Qualcuno ha collegato questa “sparizione” ad un collegamento autobiografico che Helen Fielding avrebbe fatto, anche se forse involontariamente. La scrittrice infatti, che ha 55 anni, quattro più della sua protagonista ed è quindi a tutti gli effetti sua coetanea, è madre di due figli, e nel corso del 2009 si è separata dal marito. Jonathan Cape, l’editore della Fielding, parlando del nuovo capitolo della saga ha dichiarato che “il libro dà voce alle ossessioni più mature dei social media e riguarda le donne che sono cresciute con Bridget”.

Arriverà prossimamente anche al cinema la terza fatica di Helen Fielding? Per i primi due libri si è già avuta la trasposizione cinematografica della Universal Pictures. Sul grande schermo sono diventati rispettivamente “Il diario di Bridget Jones” e “Che pasticcio, Bridget Jones” nei quali la nostra protagonista era interpretata da Renée Zellweger, mentre Colin Firth vestiva i panni di Mark Darcy, all’epoca suo fidanzato e Hugh Grant che interpretava il capo di Bridget, noto sciupafemmine. I primi due capitoli della saga di Bridget Jones ottennero molto successo raggiungendo complessivamente la cifra di 15 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Loading...

Vi consigliamo anche