0 Shares 10 Views
00:00:00
11 Dec

Nessuna pietà per i puri di cuore di Susan Hill

17 febbraio 2009
10 Views

La pace e il silenzio del cimitero di San Michele a Venezia vengono turbati.

Ai piedi di una statua di cherubini, l’ispettore capo Simon Serrailler sta dipingendo quando riceve una telefonata glaciale del padre: sua sorella Martha, disabile sin dalla nascita, sta morendo e, se gli preme salutarla per l’ultima volta, lui deve fare subito ritorno a casa.

A Lafferton, immersa nella campagna inglese, la famiglia Serrailler, composta di tutti medici, è divisa sulla sofferenza di Martha: l’altra sorella Cat, di nuovo incinta, sembra essersi rifugiata nella sua fattoria lontana dai pazienti e dal male, e i genitori, induriti dal dolore, si alternano schivi al capezzale di quella figlia "diversa", rimasta per sempre bambina.

Sempre a Lafferton, un’altra famiglia viene messa alla prova. Ed è il supplizio più crudele: un bambino scompare sul vialetto di casa sua dove aspettava il solito passaggio per la scuola. Da ogni angolo, vetrina, palo della cittadina la foto di quel viso grida aiuto: chiunque, oltre alla polizia, si chiede il perché e cerca il colpevole: un pedofilo, uno squilibrato o magari un ex carcerato.

Come Andy Gunton che torna nel quartiere malfamato di Dulcie con un sogno fragile come un germoglio.

Un thriller dalle atmosfere rarefatte, raffinato e avvincente che, dopo Omicidi sulla collina (Kowalski, 2007), conferma il grande talento narrativo di Susan Hill.

Susan Hill (Scarborough, 1942) è una scrittrice inglese pluripremiata (Somerset Maugham Award, Whitbread Award for Fiction). È autrice di oltre trenta libri, fra cui antologie di racconti, commedie e storie per bambini. Vive nel Gloucestershire dove dirige una piccola casa editrice.

Vi consigliamo anche