Rinascimento virtuale di Mario Gerosa

Convergenza, interoperabilità, social networking: a detta di molti, sono questi gli scenari che caratterizzeranno il web nel prossimo futuro.

Ma cosa accadrà in concreto alle nostre vite e alle nostre conoscenze? Saremo avvantaggiati o frastornati dal web 3.0? Il divario tecnologico che divide in due gli abitanti del pianeta è destinato ad approfondirsi o possiamo sperare in piattaforme virtuali più estese e democratiche?

Dopo il successo di Second Life, Mario Gerosa, esperto di nuove tecnologie e mondi virtuali, ci conduce in un viaggio affascinante nel futuro della rete con Rinascimento virtuale tracciando, anche attraverso le interviste ad alcuni tra i maggiori analisti e protagonisti del web (tra gli altri, Henry Jenkins, Peter Ludlow, Francesco D’Orazio, Jennie Germann Molz, Joaquin Keller, Bob Sutor, Richard Bartle), i percorsi che cambieranno il nostro rapporto con il cyberspazio.

Raccontando come sarà presto possibile per i nostri avatar darsi appuntamento la sera al Centre Pompidou di Parigi o discutere di emergenze ecologiche nel Darfur grazie agli sviluppi tridimensionali di Google Earth, come potremo scegliere i contenuti da guardare sullo schermo delle nostre tv prelevandoli da YouTube o da MySpace o frequentare i corsi delle migliori università del mondo comodamente seduti in un’isola di Second Life, Gerosa tenta anche di mostrare che la cultura generata dai social network potrebbe avere l’opportunità straordinaria di riuscire a orientare le scelte delle grandi concentrazioni mediatiche, ridurre le barriere nell’accesso e determinare uno sviluppo più libero e aperto della rete.