0 Shares 6 Views 6 Comments
00:00:00
12 Dec

Roberto Saviano non è un eroe ma un’icona della bellezza

La Redazione
12 novembre 2009
6 Views 6

Lo diciamo subito, a scanso di equivoci: a noi Roberto Saviano piace. E non ci piace solo perchè ci racconta delle verità ma soprattutto per come ce le racconta queste verità.

Ci piace l’idea che a 30 anni un ragazzo abbia una cultura a 360° e riesca a parlarne senza facili trionfalismi e sensazionalismi.

Ci piace sentirci raccontare di libri che in pochi hanno letto, di immagini che pochi hanno visto, di situazioni di cui molti sanno e di cui solo pochi parlano.

Ieri sera Roberto Saviano ci ha emozionati, ci ha fatto sorridere e ci ha fatto riflettere: non sui fatti ma sulle conseguenze degli stessi. Non sulle azioni dei singoli o dei gruppi ma sulla potenza che determinate azioni, dette o sussurrate, proclamate a gran voce o raccontate con una penna, hanno. Sulla forza che si nasconde dietro le parole e i gesti insignificanti.

Saviano non è un eroe: è una persona che ha raccontato una realtà, che racconta un modo di essere, che racconta un modo diverso di essere giovani.

Non è un eroe perchè nessuno, a nostro parere, può essere considerato tale e tutti a loro modo possono esserlo: quelli che sono solitamente chiamati martiri, quelli che combattono il crimine, quelli che muoiono sul lavoro, quelli che vogliono la pace e la serenità, personale e sociale.

Roberto Saviano ci piace proprio perchè non è un eroe ma rappresenta un’icona: l’icona della verità che diventa bellezza nel momento in cui viene universalizzata e diviene patrimonio di tutti.

Saviano è coraggioso ma è coraggioso anche chi lo ascolta e decide di far sì che la parola, anche quella più misera e miserabile, acquisti forza e potenza diventando portatrice di valori assoluti e universali.

Di giustizia, libertà, pace: di bellezza.

E ci piace pensare che una puntata scomoda, difficile e sicuramente poco digeribile per via dei contenuti poco televisivi sia stata vista "solo" da 2.838.000 anime che hanno scelto di accendere il cervello e farlo ragionare.

Per la cronaca, dal 13 ottobre 2006 Roberto Saviano vive sotto scorta: ieri erano esattamente 3 anni e 29  giorni di vita negata, 1125 giorni, 27.000 ore di vita blindata.

Vi consigliamo anche