Tu sei lei. Otto scrittrici italiane

Dopo la fortunata edizione 2007, dopo gli esordienti di Voi siete qui, ritorna l’antologia annuale di minimum fax con un’operazione ancora più innovativa e provocatoria. Tu sei lei.

A curarla quest’anno sarà il romanziere e saggista Giuseppe Genna, uno dei più instancabili agitatori culturali del nostro panorama letterario.

Ma la vera novità è che gli autori convocati questa volta sono tutte scrittrici.

Artiste riconosciute, ibride o letterarie pure, distanti per poetica ma tutte accomunate nei loro racconti dal filo rosso di tre temi capitali: il corpo, il sesso, l’identità.

Una testimonianza, viva e bruciante, di come nonostante le lotte del passato che ne hanno formalmente legittimato i diritti, le donne (e le scrittrici come avanguardia sociale) in Italia siano ancora marginalizzate.

Ma soprattutto la conferma di come, affrontando argomenti per niente concilianti, armate di stile e visceralità, queste autrici siano le protagoniste dello tsunami letterario che monta all’orizzonte delle nostre coste, e che lascerà il suo segno nel futuro più immediato.

Le autrici di Tu sei lei sono Donata Feroldi, Esther G., Helena Janeczek, Babsi Jones, Federica Manzon, Alina Marazzi, Veronica Raimo e Carola Susani.

Curatore del libro è Giuseppe Genna, nato a Milano nel 1969, uno dei più noti e importanti scrittori italiani delle ultime generazioni; tra i suoi romanzi ricordiamo Nel nome di Ishmael (Mondadori 2001), Non toccare la pelle del drago (Mondadori 2003), Grande Madre Rossa (Mondadori 2004) e Dies Irae, pubblicato da Rizzoli nel 2006. Il suo ultimo romanzo è Hitler (Mondadori 2007).