1 Shares 11 Views
00:00:00
13 Dec

BlogFest 2013: vincitori, sorprese, novità e… il papa

LaRedazione
23 settembre 2013
1 Shares 11 Views

Dal 20 al 22 settembre si è svolto a Rimini, per la prima volta nella sua storia, il Blogfest, dove, in gran parte, a farla da padrone è stato il buon cibo, grazie soprattutto allo chef stellato Massimo Bottura.

Ogni anno in questa manifestazione si affrontano i temi più disparati, dalla politica alla tecnologia, dall’economia alla satira, sfruttando le parole e la presenza di alcuni dei più noti personaggi della blogosfera. Ciò che risulta da tutto ciò è un grande evento, colmo di giochi, cibo (mai come quest’anno), concerti e dibattiti, il tutto a costo zero, dal momento che l’ingresso è sempre gratuito. Infine, a completare il quadro, non potevano mancare i Macchianera Italian Awards.

Sorprende la presenza, nella sezione Food degli Awards, di Leifoodie, dal momento che il suo lancio è avvenuto soltanto pochi mesi fa. Un ottimo risultato per il sito, che però si è dovuto arrendere dinanzi a GialloZafferano, forte di ben sette anni d’esperienza in rete. Come miglior foodblogger invece ha trionfato Giulia Scarpaleggia con il suo justkitchen.

Grande interesse ha riscosso “Dalla terra al piatto: il cibo è la traccia più evidente della cultura e della storia di un popolo”, ovvero l’intervento di Massimo Bottura, che in poco tempo si è tramutato in un vero e proprio spettacolo. In un altro intervento invece, “L’editoria food e il web”, si è spiegato come la comunicazione in questo particolare ambito sia ormai mutata. Il cartaceo infatti è ufficialmente in crisi, e mai come adesso il web domina la scena. Un chiaro esempio è quello di Leifoodie, che ha potuto sfruttare anche e soprattutto l’apporto di Rcs.

In tante categorie hanno trionfato siti molto noti, dei veri e propri colossi per intenderci, che hanno poca concorrenza. Per l’economia ad esempio era quasi scontato il trionfo de Il Sole 24 Ore, così come per la moda Vogue Italia, per non parlare delle news, con in testa l’ANSA. Per veder comparire in lista i siti meno mainstream, ma conosciutissimi in rete, occorre dare uno sguardo alle categorie di politica, con La Z di Zorro, satira, con Spinoza.it, ancora una volta il migliore, cinema, con I 400 calci, ormai un vero e proprio punto di riferimento per i naviganti, letteratura, con L’Apprendita Libraio e tv, con ItalianSubs. Infine però il premio al miglior sito è andato ancora a Il Fatto Quotidiano.

Si sono svolti inoltre i Tweet Awards, che hanno visto trionfare Fiorello e Scanzi, rispettivamente come miglior celebrità e giornalista. Un premio infine, davvero a sorpresa, è stato riservato anche al neo Papa Francesco, il quale ha surclassato tutti nella categoria generale di miglior personaggio del 2013. La rivoluzione della Chiesa pare davvero aver avuto inizio.

Vi consigliamo anche