0 Shares 8 Views
00:00:00
13 Dec

Fringe Festival di Edimburgo: la più grande vetrina artistica del mondo!

LaRedazione
7 agosto 2013
8 Views

Sognate da tempo di visitare la Scozia? L’estate è la stagione più propizia. In questo periodo dell’anno, infatti, la capitale Edimburgo stupisce il mondo con uno degli eventi artistici più spettacolari mai realizzati: il “Fringe Festival“. L’edizione 2013 avrà luogo dal 2 al 26 aqosto e coinvolgerà talenti internazionali che, come ogni anno, potranno esprimersi liberamente senza confini e senza censure. E’ proprio questo ciò che rende il “Fringe” un evento unico nel suo genere: la partecipazione è aperta a tutti, senza alcuna condizione e senza limiti di sorta. Non c’è un regolamento al quale attenersi e gli artisti non ricevono compensi per le loro performances. Una formula di grandissimo successo, a giudicare dall’enorme affluenza di visitatori e turisti che si registra ogni anno e che è in costante aumento.

Gli spettacoli sono innumerevoli e si svolgono in luogi diversi della città. Riuscire a vederli tutti è una vera sfida! Per questo, le guide e i tour operator raccomandano a chi vuole assistervi di munirsi di scarpe comode e di scegliere con molta cura la sistemazione per il pernottamento: riposare bene è infatti fondamentale per potersi “ricaricare” in vista delle giornate impegnative ed emozionanti che offrirà il “Fringe”. Eppure, quando nacque, nessuno avrebbe potuto immaginare cosa sarebbe diventato e cosa avrebbe rappresentato per gli appassionati di tutto il mondo. Il “Fringe”, infatti, vide la luce nel lontano 1947, ad opera di otto compagnie teatrali scartate dal “Festival Internazionale” di Edimburgo. Nato come festival indipendente, il “Fringe” ottenne subito consensi incoraggianti, che spinsero i suoi promotori ad organizzarsi in modo più articolato ed efficiente. Nel 1958 venne perciò costituita la “Festival Fringe Society”, finalizzata alla creazione di un “box office” e alla pubblicazione di un programma completo di tutti gli spettacoli. Già allora venne enunciato il “pilastro” fondamentale del “Fringe”, quello che ancora oggi sta alla base della sua filosofia: la totale assenza di qualsiasi forma di censura. Si creava in tal modo un potente strumento al servizio del talento e della creatività artistica che, non più rinchiusi entro veti e regolamenti limitanti, potevano finalmente esprimersi in piena libertà.

Ecco perchè il “Fringe” attrae ancora oggi un gran numero di artisti e di spettatori da ogni parte del mondo. Nessun artista riceve l’invito a partecipare: l’adesione al “Fringe”è spontanea ed aperta a tutti, di qualsiasi genere artistico si tratti. Tantissimi sono gli “artisti da strada” che vi si esibiscono, e molti sono di una bravura che lascia senza fiato. Le specialità? Sono davvero tante, dalla danza al cabaret, dalla musica agli spettacoli per bambini, dalla commedia al musical. Insomma, un’occasione assolutamente imperdibile per godersi il meglio della produzione artistica mondiale.

Vi consigliamo anche