0 Shares 9 Views
00:00:00
11 Dec

Luciano Pavarotti rivive in una mostra a Verona

Emanuele Calderone
12 aprile 2013
9 Views

Luciano Pavarotti è sempre stato un simbolo dell’eccellenza italiana in tutto il mondo. Al celebre cantante lirico modenese è stata dedicata una mostra in occasione del centesimo Festival lirico Arena di Verona. L’evento rappresenta la sublimazione della missione AMO – Arena Muse Opera, il cui fine primo è quello di divulgare e valorizzare la cultura operistica italiana in tutto il mondo.

La prima delle nuove esposizioni sarà dedicata a lui, proprio perché Luciano è stato il più importante e celebrato cantante lirico italiano del secolo scorso. Grazie alla sua innegabile bravura, la sua fama, con gli anni, si è spinta ben oltre i confini nazionali e, con il suo canto, il Maestro ha incantato le platee di tutto il mondo, da Tokyo a New York.

Lungo il percorso della mostra, intitolata proprio AMO Pavarotti, si potranno ammirare numerosi vecchi video totalmente restaurati, accompagnati da musiche, un collage di fotografie animato e svariati effetti digitali.

La vera chicca sarà, però, una registrazione integrale datata 1997 di Luciano che si apprestava a reinterpretare il ruolo di Calaf, personaggio della Turandot, a vent’anni dalla sua ultima performance in questo ruolo.

Ma non pensiate che sia finita qui! Tra le altre cose, saranno esposte immagini mai viste, una pregiata collezione dei costumi di scena indossati dal maestro, e ancora spartiti e foto che lo ritraggono assieme a grandi celebrità di ogni genere!

Nicoletta Mantovani, che è stata al fianco di Luciano fino al giorno della sua morte, si è detta infinitamente inorgoglita da questa bella mostra fatta in onore del marito. Francesco Girondini, il sovraintendente della Fondazione Arena, ha inoltre aggiunto che nessuno, all’infuori di una figura tanto amata come quella di Pavarotti, avrebbe potuto rappresentare al meglio l’opera italiana.

Il costo dei biglietti d’ingresso, la cui prevendita comincerà a partire dal 12 Aprile, è di 20 euro dal lunedì al venerdì e di 22 euro per i sabati e i giorni festivi.

Nonostante Luciano non sia più tra noi da più di dieci anni, la sua figura continua a rappresentare l’Italia più bella ed ammirata, e questa splendida mostra a lui dedicata non è altro che un’ulteriore conferma dell’affetto che noi tutti proviamo nei suoi confronti.

Emanuele Calderone

Vi consigliamo anche