0 Shares 12 Views
00:00:00
17 Dec

E’ partito alla grande il Salone del Mobile 2013 di Milano

Marina Ferro - 10 aprile 2013
10 aprile 2013
12 Views

Anche quest’anno, per Milano, è arrivato il momento del Salone del Mobile, l’evento che più di tutti segna l’inizio della primavera meneghina grazie all’energia travolgente dei big come degli enfant prodige del settore, che portano creatività pura dal mondo in città e dall’Italia al mondo. Essì, perché non esiste in tutta Italia un evento che, più di questo, rappresenta una vetrina d’eccellenza per il design e l’arredamento made in Italy, con tutti i vantaggi derivanti dal fatto di giocare in casa (e che casa!).

Con il suo pullulare di gente giusta, architetti, designer, creativi, stilisti alternativi e people di comunicazione, è impossibile non ricevere da questo mega-evento una sferzata mentale straordinaria, per uscirne fuori con il mood in grande ripresa dopo il grigiore del lungo inverno milanese.

Per chi ama il design, gli oggetti che stupiscono e a cui non si possono levare gli occhi di dosso, l’arredamento e i complementi d’arredo; per chi cerca affari e ispirazione dalle numerose correnti stilistiche, il Salone è un appuntamento imperdibile, da mettere assolutamente in agenda, un appuntamento che, come tutti i milanesi e gli estimatori sanno, non si limita alla Fiera di Rho (il Salone Satellite), per quanto super interessante, ma ne rompe gli argini per riversarsi in una città pronta ad accoglierne con entusiasmo tutti i lati più young, alternativi e sperimentali. Questo è esattamente quello che accade con il Fuorisalone: la serie di happening, mostre, installazioni multimediali, performance artistiche e party che intrecciano design, artigianalità, tecnologia, moda e, sempre di più, temi strettamente correlati alla produzione e al lifestyle, come l’eco-sostenibilità. Le zone della città coinvolte sono tantissime, con l’imbarazzo della scelta. Immancabili zona Tortona, Brera, il quartiere Ventura-Lambrate e zona Mecenate, che in questo periodo si trasformano, restano sveglie quasi 24/7, oltre ovviamente a luoghi storici dell’arte e della cultura, come la Triennale e la Statale.

Quest’anno, con il Salone iniziato ieri e che durerà fino al 14 aprile, qualche differenza data dalla crisi, certo, si nota: qualche evento e qualche volo pindarico in meno da parte delle aziende e dei loro designer. In alcuni casi addirittura si assiste alla riproposizione di linee degli anni passati, nel tentativo di risparmiare e concentrarsi sulla concretezza dei prodotti da vendere.

Ma qualità e esclusività restano comunque i must indiscussi e infatti l’affluenza di visitatori premia. Quest’anno secondo tutte le stime, sarà ancora più alta del solito, soprattutto per quanto riguarda quelli provenienti dall’estero.

Per trovare tutti gli eventi assolutamente da non perdere, meglio farsi un giro sul sito del Fuorisalone. Da segnalare però su tutti la Brera Design Night, il 12 aprile, con negozi e showroom aperti tutta la notte per folleggiare, incontrare gente e rifarsi gli occhi tra le luci della città.

[foto: cosmit.it]

Marina Ferro

Loading...

Vi consigliamo anche