0 Shares 15 Views
00:00:00
18 Dec

StartupBus 2013: la competizione arriva in Italia

LaRedazione - 29 agosto 2013
LaRedazione
29 agosto 2013
15 Views

Arriva in Italia lo StartupBus edizione 2013, competizione su strada che andrà in scena dal 27 al 30 ottobre prossimi per un totale di oltre settanta ore all’insegna dell’imprenditorialità, del networking e della creatività. Le iscrizioni apriranno ufficialmente il 1° settembre, tra due giorni: chi ha intenzione di cogliere al volo questa opportunità, dunque, ha la possibilità immediata di farlo. Ma di cosa si parla con StartupBus? Si tratta, semplicemente, di una competizione internazionale che, come suggerisce il nome, si svolge a bordo di un autobus.

Al centro della sfida i concorrenti, imprenditori, designers e coders, sono chiamati a trasformare progetti e idee in embrione in innovative startup, nell’ambito di un viaggio che partirà da Roma per arrivare a Vienna. Il viaggio sarà suddiviso in diverse tappe: in corrispondenza di essere, ciascun Buspreneur (così vengono chiamati i concorrenti) sarà chiamato a confrontarsi con i propri avversari. La finale italiana si svolgerà a Venezia: nella città lagunare verrà eletto il vincitore che poi si sposterà a Vienna, dove si terranno le finali europee del Festival dei Pionieri, uno degli eventi imprenditoriali più importanti al mondo, specialmente in ottica web.
In tutto saranno venticinque i partecipanti che verranno selezionati e che, quindi, saranno chiamati a trasformare in progetti concreti le proprie idee. La maratona di tre giorni, come detto, partirà da Roma, e prima di arrivare a Vienna farà tappa a Torino, a Milano e a Treviso. Ambizione, capacità di agire sotto pressione, creatività: saranno queste le doti richieste ai concorrenti che aspirano a diventare i nuovi Zuckerberg. L’iniziativa, naturalmente, è ampiamente pubblicizzata sul web: l’evento è dotato di un profilo Twitter ufficiale e di una pagina Facebook, in cui è possibile reperire tutte le informazioni utili; per completare l’iscrizione, invece, è sufficiente cliccare sul link che si trova nella pagina dedicata.

Josh Seefried, che fa parte dello StartupBus di New York, ha sottolineato come il principio del futuro lavorativo non sia più rappresentato dal capitalismo, ma dall’innovazione e dalle capacità imprenditoriali. Basti vedere lo sviluppo della Silicon Valley, o, ancora più semplicemente, notare come un video diffuso su YouTube o un post pubblicato su Facebook abbiano la capacità di diventare virali in pochissimo tempo, tramite il passaparola, a prescindere dal capitale iniziale a disposizione.
È per questo motivo, quindi, che vale la pena provare a salire sul pullman delle startup: si tratta di un’occasione da non perdere, al debutto in Italia, che consente di provare a cambiare il proprio futuro confrontandosi con cervelli, menti e persone.

Loading...

Vi consigliamo anche