3 Shares 69 Views
00:00:00
17 Dec

Lucarelli condannata in primo grado per diffamazione: ricorre in appello

Emanuele Calderone - 30 novembre 2017
Emanuele Calderone
30 novembre 2017
3 Shares 69 Views
Barbara DUrso vs Selvaggia Lucarelli

Tra Selvaggia Lucarelli e Barbara D’Urso non è mai corso buon sangue: la blogger spesso si è infatti scagliata contro la conduttrice televisiva, riservandole parole al vetriolo. D’Urso si è sentita però particolarmente offesa quando, in seguito a un’intervista da Daria Bignardi, Lucarelli ha scritto su Twitter “l’applauso del pubblico delle Invasioni alla d’Urso ricordava più o meno quello alla bara di Priebke”.

La frase, dai contenuti evidentemente molto forti, è stata ritenuta diffamatoria da parte dei giudici e per tanto Selvaggia è stata condannata per diffamazione. Il legale di Barbara D’Urso ha commentato la notizia dichiarando “Il tweet, ultimo di una serie di commenti al vetriolo e sovente di pessimo gusto aveva indotto Barbara D’Urso a sporgere una querela che, dopo le indagini svolte dal pm dott. Gobbis, aveva portato la Lucarelli a giudizio. Nel corso del processo l’imputata si è sempre rifiutata di porgere le proprie scuse alla persona offesa. Barbara d’Urso aveva evidenziato come il commento della Lucarelli fosse gratuitamente offensivo, basato su fatti falsi e manifestamente incontinente, travalicando i limiti della libera manifestazione del pensiero per ledere direttamente l’altrui reputazione. Al termine del processo, il tribunale, accogliendo le richieste della parte civile, ha riconosciuto l’esistenza della contestata diffamazione aggravata ed ha pertanto condannato Selvaggia Lucarelli alla pena di 700,00 euro di multa, oltre al risarcimento del danno e alla rifusione delle spese legali sostenute dalla persona offesa. Il giudice ha dunque colto la falsità del fatto posto alla base dell’affermazione offensiva e la conseguente gratuità e strumentalità dell’attacco della Lucarelli”.

Dopo essere venuta a conoscenza della sentenza, anche Selvaggia ha voluto commentare, scrivendo su Twitter “Leggo di condanne, risarcimenti, mancate scuse (?!), beneficenza. Per la cronaca, è il primo grado e non ho dovuto liquidare la somma, ricorrerò in appello. Ci aggiorneremo eh. :)”.

Si prevede dunque una battaglia ancora lunga tra la blogger e la presentatrice: chi l’avrà vinta?

[fonti articolo: ilsecoloxix.it, lastampa.it, ansa.it]

[foto: gossip.pourfemme.it]

Loading...

Vi consigliamo anche