0 Shares 26 Views
00:00:00
12 Dec

‘An Artpop Film’, cronaca di un nudo che non fa più notizia

Gianfranco Mingione
25 novembre 2013
26 Views

È il classico video performer, con l’artista al centro dell’attenzione dell’occhio elettronico della regia, pronto a dare il meglio di sé. Soprattutto con un look al naturale, talmente naturale da apparire senza veli. Chissà che non sia un escamotage per risollevare le sorti di un album le cui vendite negli States non vanno bene.

Sembra di essere nella cabina armadio della Lady. Il video è tutto un susseguirsi di cambi di look, trucco e parrucco, oltre al già citato nudo, di Lady Gaga: sembra di essere nella sua cabina armadio e di osservare le sue molteplici trasformazioni in un arco temporale brevissimo. Il video è stato girato dai fotografi di moda Inez & Vinoodh ed ha come sottofondo musicale la title track dei ArtPop.

S’inizia con un vestito bianco, molto minimale, che forse richiama un abito da sposa, per poi passare a primi piani intensi e con look sempre diversi: bionda, mora, in lingerie bianca, completamente nuda e ricoperta solo di terra e di scarpe dal tacco altisonante. Tra le tante inquadrature c’è ne anche una in primo piano, in cui predomina il viso disteso e il suo sguardo che sembra perso nel vuoto, quasi assenti, come sognante. La sceneggiatura è totalmente “Gaga-centrica” con una scenografia minimale, che contempla soltanto una poltrona fatta di microchip, dove lei stessa appare per una frazione di secondo rannicchiata e svestita.

Nonostante le vendite non vadano bene, Miss Germanotta parla di questo album come di una celebrazione: “Questo disco è una celebrazione. Il mio dolore che esplode nella musica elettronica. È dura, ma ogni volta che lo ascolto mi sento felice, più leggera”.

[foto: www.news.mtv.it]

Vi consigliamo anche