Arctic Monkeys, in arrivo dvd e nuovo album

Fan degli Arctic Monkeys drizzate le orecchie, perché prossimamente ci saranno grandi novità per la giovane band di Sheffield…

Tanto per cominciare sappiate che dal 3 novembre sarà disponibile nei negozi Arctic Monkeys At The Apollo, un dvd che contiene un intero live della band britannica.

Per la precisione si tratta del concerto che il gruppo tenne nella città natale Sheffield lo scorso 17 dicembre, in concomitanza con l’ultima data del loro tour mondiale.

La set list è veramente "da paura", contiene i brani migliori del gruppo (Brianstorm, This House Is A Circus, Teddy Picker, I Bet You Look Good On The Dancefloor, Dancing Shoes, From The Ritz To The Rubble, Fake Tales Of San Francisco, Balaclava, When The Sun Goes Down, Nettles, D Is For Danger, Leave Before The Lights Come On, Fluorescent Adolescent, Still Take You Home, Da Frame 2R, Plastic Tramp, 505, Do Me A Favour, A Certain Romance, The View From The Afternoon, If You Were There, Beware), e ciò conferma la sua ottima capacità di tenuta del palco, nonché la maturità e l’intesa raggiunte dai componenti della band, sebbene tanto giovani.

L’altra novità riguarda più che altro il batterista Matt Helders; pare infatti che, dopo il side project del frontman Alex Turner, fautore del fortunatissimo progetto Last Shadow Puppets, il batterista dei Monkeys abbia avviato un gruppo parallelo, i Mongrel.

 

Oltre che da Helders questa nuova band annovera tra i suoi membri anche l’ex bassista degli Arctic, Andy Nicholson, John McClure dei Reverend And The Makers, Drew McConnell dei Babyshambles e persino l’artista rap Lowkey. I Mongrel hanno già realizzato un album insieme, dal titolo Better Than Heavy, un lavoro molto attento anche alla scena internazionale, con riferimenti ai conflitti afghano e iracheno e all’annosa questione israelo-palestinese.

L’ultima news riguarda infine tutta la band, che è volata dalla fredda e umida Sheffield ai cieli assolati della California per registrare alcuni brani del nuovo album a Joshua Tree, lo studio di registrazione della voce dei The Queen Of The Stone Age John Homme, che provvederà anche a produrre i brani in questione.