Beyoncè devolve il compenso di Cadillac Records

Beyoncè ha annunciato di aver devoluto il compenso ricevuto per il suo nuovo film, Cadillac Records, alla Phoenix House di New York, comunità di disintossicazione per tossicodipendenti.

La Knowles, che nella pellicola interpreta la cantante degli anni ‘50 Etta James, aveva voluto calarsi nella parte seguendo il metodo Stanislavskij e aveva quindi frequentato il centro per diverse settimane.

Al Giant Magazine rivela che avendo ricevuto tanto dalle persone che ha incontrato alla Phoenix House, sentiva ora il bisogno di restituire parte di ciò che umanamente aveva ricevuto. Insomma: Beyoncè è vicina a chi soffre.

L’interesse filantropico riscoperto da Beyoncè  è attestato anche dalla sua partecipazione domenica scorsa al trentunesimo Kennedy Centre Honors di Washington, serata in cui vengono premiate le personalità che hanno contribuito a diffondere la cultura americana nel mondo.

Cantando sul palco, ha omaggiato Barbra Straisand, interpretandone la performance di Come eravamo, classico degli anni ‘70.

Intanto Cadillac Records, uscito il 5 dicembre nelle sale americane, sembra per il momento dimostrarsi un mezzo flop.

 

Benché siano stati investiti ben 12 milioni di dollari nella sua realizzazione, fin’ora ai botteghini ha riscosso meno di quanto ci si aspettasse.

Questa annunciata beneficenza, potrebbe forse essere una buona pubblicità considerando che, a quanto pare, alcuni critici non hanno avuto parole benevole nei confronti della Knowles, definendola “una ragazza poco portata per la recitazione”.

 

Portata o no, certo è che la ex Destiny’s child è al top del successo: invade le classifiche di tutto il mondo con i singoli tratti dal suo ultimo album I’m Sasha Fierce esi presenta protagonista nelle sale con il difficile ruolo di Etta James, per non contare le esibizioni nei numerosi eventi mondani che se la contendono.