Canzoni dei Guns N’ Roses diffuse illegalmente online

Ad alimentare i rumors e le attese di cui vi avevamo informati anche noi circa un mese fa, continuano a circolare curiosità sul misteriosissimo prossimo album dei Guns N’ Roses.

A balzare agli onori delle cronache questa volta è la diffusione illegale di nove tracce che quasi certamente farebbero parte della tracklist del disco in lavorazione; a quanto pare il sito Antiquiet.com avrebbe reso alcuni brani disponibili al download, generando malumori e una pronta reazione da parte della band che, tramite il proprio staff legale, avrebbe intimato e quindi ottenuto l’immediata rimozione delle canzoni.

I quattordici anni di silenzio sembrano quindi essere stati interrotti, magari non esattamente nel migliore dei modi per la band; di converso, questa però è stata l’occasione per appurare che effettivamente i Guns sembrerebbero in fermento e al lavoro in studio, quindi forse a breve il tanto decantato ed immaginato "Chinese Democracy" potrebbe veder la luce.

Eppure, pur considerando che il web è tutto fuorchè inviolabile, ci si chiede quanto ci sia di studiato ad hoc in questa diffusione apparentemente illegale e non voluta dalla band; sia stata l’occasione giusta per riportare i fans ormai disillusi e sfiduciati a sospirare per il nuovo album?

Tra un rumors e l’ennesima comunicazione di ritardo nei lavori, noi restiamo qui sintonizzati in attesa di novità ufficiali e chissà, prima o poi, di una uscita discografica con tutti i crismi.