Celine Dion, annullato il concerto di Pechino!


Celine Dion, una delle icone della musica occidentale in Oriente, non si esibirà più a Pechino il 13 Aprile.

Gli organizzatori dell’evento sono stati costretti a cancellare il concerto poichè non hanno ottenuto le autorizzazioni ufficiali.

L’organizzatrice del concerto, Emma Ticketmaster, sembra aver venduto una somma pari a dieci milioni di biglietti, senza avere in mano alcuna autorizzazione ufficiale; è quanto afferma il portavoce della Dion al Quotidiano della sera di Pechino.

La signora Ticketmaster aveva, però, annunciato che la causa della sospensione dell’evento era da attribuirsi alle tempeste di sabbia di Pechino che avrebbero potuto ostacolare la guarigione della cantante, colpita da un’infezione alla gola.

 

La dichiarazione dell’organizzatrice non solo è stata assolutamente smentita dal portavoce della cantante, il quale ha addirittura aggiunto che "Celine passerà alle vie legali…"

Il funzionario del Ministero della Cultura cinese, inoltre, ha recentemente smentito la situazione, rendendo il tutto ancor più di difficile comprensione.


Secondo le indiscrezioni, il motivo della cancellazione del concerto sembra essere di carattere politico.

Emma Ticketmaster è la stessa che organizzò il concerto di Bjork del 4 Marzo a Shangai. Durante il concerto, la cantante, dopo l’esecuzione della canzone Dichiara l’indipendenza, affermò: "Tibet, raise your flag" (Tibet, alza la tua bandiera). Ovviamente il governo cinese non gradì questo gesto di appoggio agli indipendentisti tibetani e per questo motivo oggi si dimostra più cauto nei confronti delle pop-star occidentali.

Si tratta probabilmente di una ritorsione ai danni della Ticketmaster, pagata indebitamente dalla Dion.Chissà se i biglietti verranno rimborsati! Verrà forse posticipata la data del concerto?

Domande alle quali nei prossimi giorni, probabilmente, verrà data una risposta ufficiale!