0 Shares 14 Views
00:00:00
15 Dec

Eugenio Finardi aiuta la Sardegna con la musica di ‘Arcu ‘e Chelu’

Gianfranco Mingione - 10 dicembre 2013
Gianfranco Mingione
10 dicembre 2013
14 Views

L’arte e la cultura sono due mezzi con i quali si possono smuovere gli oceani e, soprattutto, le coscienze, oltre a dare una mano concretamente a chi ne ha bisogno. È il caso, stavolta, dell’artista Eugenio Finardi che, con la realizzazione del doppio cd “Arcu ‘e Chelu”, Arcobaleno, ventinove brani, punta a raccogliere fondi a favore della Croce Bianca di Olbia. I proventi saranno devoluti alle scuole materne e primarie di Santa Maria e Putzolu, i due paesi scossi dalla recente alluvione che ha causato ingenti danni.

Queste le parole dell’artista in occasione dell’annuncio dell’uscita del doppio cd: “È stato uno sforzo durissimo, non solo mio ma di una squadra di persone che voglio ringraziare personalmente e senza le quali Arcu ‘e Chelu non sarebbe mai riuscito ad uscire in tempo per Natale e, si spera, diventare un bel regalo da mettere sotto l’albero”.

Un gioco di squadra, fatto dalla musica e  molti musicisti per aiutare i luoghi in cui la cultura, anche quella musicale, viene insegnata e appresa dai più piccoli. Finardi ringrazia tutti coloro che lo hanno aiutato in questo lavoro così importante: “In primis Silvia Magoni, donna di grandissime doti pratiche e organizzative, che si è spesa oltre ogni limite, così come hanno fatto Stefania Giuffré e Andrea Pintaldi, per coordinare tutti i piccoli ma vitali dettagli di un progetto complesso. Patrizia Convertino e Benedetta Bartolucci che hanno concepito e realizzato la grafica della copertina, Jonathan Giustini che curerà la comunicazione tradizionale e Wacky Weapon per quella sui social media. Un ringraziamento particolare va anche a Ivan Storti, Monica Barbieri, Roberta Giucastro e Gabriele Minelli della Universal che si sono spesi con gioia”.

E dulcis in fondo, il grazie agli artisti: “Ovviamente la mia eterna gratitudine va agli artisti che hanno donato le loro opere ma anche ai loro staff che si sono accollati l’onere dei dettagli e alle loro etichette che hanno concesso i brani in licenza. Voglio anche ringraziare quelli che hanno offerto la loro arte ma l’hanno saputo tardi, quando ormai il materiale era già partito per la stampa, tra tutti i Litfiba, i Subsonica, Cristiano De André, Saturnino, Silvia Salemi e tanti giovani Artisti, specialmente sardi, che mi hanno scritto su questa pagina e i cui messaggi non sono riuscito a leggere in tempo per un problema al mio computer. Con essi mi scuso come con tutti coloro che avrebbero voluto partecipare ma per un motivo o l’altro non ci sono. Abbiamo fatto tutto estremamente di corsa, ed è un vero miracolo esserci riusciti”.

[foto: www.allinfo.it]

Loading...

Vi consigliamo anche