0 Shares 8 Views
00:00:00
14 Dec

George Harrison, arriva la compilation

20 aprile 2009
8 Views

Prima il conferimento di una “stella” a George Harrison sulla Walk of fame di Hollywood, posizionata al 1750 di Vine Street, di fronte all’edificio che ospita la Capitol Records, poi l’uscita di una compilation.

Lo scomparso Beatle torna a far notizia con un greatest hits che dovrebbe intitolarsi Let it roll: songs by George Harrison.

All’interno, sia brani pubblicati come solista da Harrison che canzoni da lui firmate ai tempi d’oro dei Beatles, e poi pezzi registrati per il celebre Concert for Bangladesh del 1971. In attesa di conoscere il tracklisting ufficiale, le composizioni quasi certe dovrebbe essere: My sweet Lord, Isn’t it a pity, Give me love, Got my mind set on you, Something, While my guitar gently weps e Here comes the Sun.

Intanto il suo collega Paul McCartney, sull’onda del ricordo, ha dedicato due canzoni – The long and winding road  e My love – alla moglie Linda, scomparsa esattamente 11 anni fa.

Teatro dell’evento è stato il Festival Coachella, tra le più famosi kermesse americane.

McCartney ha così spiegato: “Linda mi ha fatto conoscere il deserto perché andava spessissimo in Arizona, così me ne sono innamorato anche io. Ho anche pensato di non potermi esibire in questa data, l’anniversari della sua morte, poi ho capito che questo festival è il deserto, è la musica, è il rock’n’roll. E ho detto: suonerò per Linda stasera”.

Per Sir Paul 75.000 spettatori e una esibizione lunga tre ore, da Drive my car a Back in the USSR, da Blackbird a Hey Jude, passando per Yesterday e Eleanor Rigby. Tra i presenti al concerto, anche Olivia, la vedova Harrison.

Vi consigliamo anche