Gli AC/DC? Li compri al supermercato

In una fase dell’industria discografica e della macchina promozionale in cui i formati digitali imperano e la fanno da padrone, sembra che gli AC/DC abbiano deciso di salutare i fans andando decisamente in controtendenza.

Per l’attesissimo album difinitivo della band australiana pare che il canale distributivo prescelto sia la catena di grandi magazzini Wal-Mart, secondo quanto ha fatto trapelare il Wall Street Journal.

Acquistare musica al supermercato tra un pacco di patatine e una confezione di tonno sembra essere diventato un gesto simbolico di reazione al dilagare e allo strapotere del dowload online, tanto più per un gruppo quale gli AC/DC che non ha mai voluto cedere alla pubblicazione del proprio repertorio sui consuenti portali di vendita di musica online, come ad esempio iTunes.

Un album di addio che forse si sta giocando la promozione proprio su questa notizia che, oggi come oggi, appare quasi bizzarra e un po’ arcaica, ma che probabilmente, chissà, cela in sè la volontà di rimanere "duri e puri" fino alla fine della carriera.

L’altra chiave di lettura è che, paradossalmente, potrebbe scattare nei fans ancor più forte la molla di procurarsi l’album, incentivando di fatto le vendite nei Wal-Mart.

A otto anni di distanza dall’ultimo lavoro della band, ecco quindi in arrivo per l’autunno un album di cui non si sa praticamente nulla, ma di cui si sta parlando solo per via dei ritardi nella pubblicazione e in merito alla scelte distributive.

Che sia solo una strategia per far comunque crescere attese ed aspettative nei nostalgici fans? Staremo a vedere… anzi: a sentire!