Gli U2 scelgono Live Nation

Proprio come qualche mese fa ha annunciato Madonna, anche gli U2 hanno deciso di affidarsi allo staff di Live Nation.

A quanto pare nei prossimi 12 anni la società si occuperà di curare non solo ogni aspetto dei tour dei quattro di Dublino, partnership che già esiste da una ventina d’anni; ma LN è riuscita a metter le mani anche sul variegato e mai in crisi settore del merchandising ufficiale.

Inoltre, la collaborazione si estenderebbe anche alla gestione del sito ufficiale U2.com che, ad onor del vero, non si può dire abbia sempre brillato in fatto di ottimale organizzazione, soprattutto nel comparto delle vendite.

A differenza della Ciccone, però, la band continuerà a pubblicare i prossimi lavori con la Universal Music Group la quale, ad ogni modo, ha ceduto i diritti digitali a Live Nation.

“Il nostro coinvolgimento nelle registrazioni non è obbligatorio. Certo, avremmo preferito, ma non sempre è possibile” ha così commentato Michael Cohl, presidente di LN.
Sarebbe stato proprio un affare colossale e memorabile, ma gli U2 si sono mostrati affezionati alla vecchia Universal sebbene, tramite voce dello storico manager Mc Guinnes, si dicano soddisfatti dell’accordo.

Come Bono ha scherzosamente dichiarato parlando dell’accordo stipulato con Live Nation, "siamo insieme da 20 anni: è arrivato il momento di sposarci".

Quest’uomo sembra un romanticone anche negli affari…