I Blur spodestano i grandi del rock

Sarebbero i Blur “la più grande band di tutti i tempi” in un sondaggio organizzato da una serie di radio commerciali inglesi che hanno permesso a 25.000 radioascoltatori di esprimere la propria preferenza.

I Blur precedono Iron Maiden, Led Zepplein, Arctic Monkeys, Pink Floyd, Rolling Stones, Queen, Black Sabbath, Oasis e Beatles.

Stupore tra gli addetti ai lavori, che non riescono a capire come mai i Blur abbiano preceduto band considerate storiche.

“Che cosa i Blur ci facciano al numero uno”, ha dichiarato Ben Jones di Virgin Radio, “è un mistero. I Rolling Stones dovrebbero essere al primo posto. Sono ancora in attività e sono ancora stupefacenti”.

Nonostante nel sondaggio siano risultati primi in classifica, i Blur non sono ormai molto in sintonia tra di loro: Damon Albarn ha infatti rivelato solo qualche giorno fa di non essere un grande estimatore di due album del suo gruppo.

Si tratta di Leisure del 1991 e The great escape del 1995 dei quali Albarn ha detto: “ho commesso centinaia di sbagli. Ho fatto ad esempio due dischi brutti. Il primo è terribile e The great escape è incasinato”.

I Blur dovrebbero tornare in sala di registrazione nel corso dell’estate dopo che lo scorso aprile Alex James, il bassista, ha dichiarato: “torneremo tutti in studio in agosto. Viene anche Graham. Vedremo se ci sono ancora le condizioni per andare avanti. Se così non fosse, credo che ci diremo addio”.