I Gogol Bordello in tour in Italia

Vuoi vedere che anche l’Italia si sta innamorando di questa folle, colorata, chiassosa, multietnica band?

Nelle prossime settimane i Gogol Bordello torneranno ad infiammare i palchi italiani per una serie di date attesissime che già preannunciano il sold-out: il 19 agosto saranno a San Severino Lucano (PZ) al Pollino Music Festival, il 20 presso la Masseria Torcito di Cannole (LE); la settimana successiva, invece, faranno tappa il 26 agosto allo Spazio Mirabello di Reggio Emilia, il 27 alla Fortezza da Basso di Firenze, e il 28 agosto concluderanno in bellezza all’Idroscalo di Milano, e in contemporanea la loro esibizione sarà trasmessa da Radio Popolare.

I Gogol Bordello sono ormai in tour da mesi, tra la vecchia Europa e l’America, dove sono di base e dove, nel 1993 si formò il primo embrione della band, ma non danno segni di stanchezza o cedimento e, anzi, il palco sembra il loro habitat naturale; ovunque suonino stanno riscuotendo consensi, vuoi per la carica di simpatia trascinante che suscitano istintivamente, vuoi per quel ritorno a una musica delle radici che trascina lontano, incalza e ti rende impossibile stare fermo.

on c’è posto per sintetizzatori e tecnologie sofisticate, nella musica dei Gogol Bordello, ma a farla da padroni sono i violini e le fisarmoniche alla Goran Bregovic, atmosfere alla Kusturica con un piglio punk sboccato e irriverente, proprio come deve essere per sua natura.

 

Pensate che per questo gruppo di emigranti dell’Europa Orientale nella terra del sogno americano (e che stavolta fuggivano da Chernobyl e non dall’Olocausto) la critica si è persino scomodata coniando un nuovo termine, un genere ad hoc: i Gogol Bordello farebbero musica gipsy punk.

Il consiglio, per tutti quelli che non amano etichette e definizioni, è di ascoltare la loro musica geniale. Il periodo è proprio ottimo se volete scoprire i Gogol Bordello, infatti proprio in questi giorni sono stati ristampati i loro due lavori più significativi, "Gipsy Punks" e "Super Taranta!", che saranno distribuiti al prezzo specialissimo di 10 euro.

Intanto il leader della band, Eugene Hutz, si crogiola nella popolarità che ha raggiunto dopo che la divina Madonna in persona ha dichiarato di essere una sua fan sfegatata e lo ha voluto a recitare la parte di uno dei protagonisti nel suo primo film da regista "Filth and Wisdom".

 

Anche se a noi piace ricordarlo nei panni di Alex, il ragazzo di Odessa del film di Liev Schreiber "Ogni cosa è illuminata" del 2005, al fianco di Elijah Wood.