0 Shares 11 Views
00:00:00
16 Dec

Il Catania dice no a Ligabue: il concerto allo stadio rovina il prato

LaRedazione - 3 ottobre 2013
LaRedazione
3 ottobre 2013
11 Views

Il prato dello stadio ‘Massimino’ sarebbe a rischio, e dunque Ligabue non si esibirà in concerto a Catania. Una brutta notizia per i fans siciliani del rocker di Correggio, che hanno visto negata la possibilità che il tour di uno dei più amati artisti della scena musicale italiana tocchi la città etnea.

Per Ligabue è sicuramente l’inizio di un periodo caldo, partito innanzitutto dai concerti dell’Arena di Verona che hanno tributato all’artista emiliano il consueto grande successo di pubblico, nonostante l’incidente di percorso di una caduta sul palco, che non ha avuto per fortuna gravi conseguenze.

Un evento, quello nella città veneta, che ha anticipato l’uscita del nuovo album ‘Mondovisione’, che arriva a tre anni da ‘Arrivederci, Mostro!’ e che sarà seguito da un grande tour che come di consueto toccherà tutte le principali città italiane. Tra di esse non ci sarà però Catania, anche se il no alla possibilità che Ligabue possa esibirsi sul prato dello stadio cittadino non è arrivato direttamente dal comune di Catania.

L’amministrazione comunale locale infatti aveva accordato in prima battuta il permesso allo svolgimento del concerto, ma è stata sollecitata a negare invece il consenso dal Catania Calcio. Che in un comunicato ufficiale ha spiegato il proprio punto di vista, sottolineando come lo stadio ‘Massimino’ sia considerato a livello non solo italiano ma internazionale un vero e proprio gioiello di impiantistica, dopo il riamodernamento avvenuto circa dieci anni fa in occasione dei Giochi del Mediterraneo.

Un gioiello che trova il suo punto di forza proprio nelle eccellenti condizioni del manto erboso, che potrebbe subire però un durissimo colpo dallo svolgimento di un concerto che vedrebbe affluire sul prato del ‘Massimino’ migliaia e migliaia di persone.

Considerando che l’impianto viene utilizzato con maggiore continuità proprio dal club rossoazzurro, sarà difficile pensare che questo parere così influente sarà ignorato dall’amministrazione comunale catanese, che pure si troverebbe di fronte ad un mancato indotto di introiti da parte dello svolgimento del concerto, con la grande affluenza prevista nella città siciliana, che sicuramente comporterebbe un danno per le casse comunali.

E’ dunque facile prevedere come questo possa essere l’inizio di un braccio di ferro tra comune e Catania Calcio per la concessione dell’impianto per il concerto. La parola fine potrebbe non essere scritta, anche se un asso nella manica per risolvere la situazione potrebbe essere rappresentato dall’individuazione di un’area adatta per lo svolgimento del concerto vicino Catania o in provincia, per permettere che l’evento vada in scena senza conseguenze per l’erba del ‘Massimino’.

Loading...

Vi consigliamo anche