0 Shares 11 Views
00:00:00
12 Dec

L’artista dell’anno del dizionario Pop-Rock 2014? Lorenzo Jovanotti!

Gianfranco Mingione
19 novembre 2013
11 Views

Di strada, Lorenzo Jovanotti, ne ha fatta tanta e ora è finito anche sulla copertina del “Dizionario Pop-Rock 2014”. Un’opera che contiene la produzione di oltre 2200 artisti o gruppi per un totale di oltre 33.000mila album, a partire dagli anni cinquanta. Il Dizionario è una vera e propria antologia contenente gli album, organizzati in ordine cronologico, introdotti da una breve introduzione biografica degli artisti, l’anno di produzione, la casa discografica e una valutazione espressa sinteticamente in stellette (da uno a cinque).

C’è spazio per ogni genere musicale. Si va dal blues al country, dal folk al punk e al rap, dal soul al rhythm and blues, dal reggae allo ska, dalla musica etnica a quella d’avanguardia, dalla musica techno alla musica leggera più convenzionale. C’è ne davvero per tutti i gusti!

Jovanotti vanta all’interno del libro quattro dischi valutati con il punteggio massimo di cinque stelle. Gli autori lo hanno scelto per il suo vigore e la sua creatività, ma non solo: “Sfidando l’accusa di provincialismosi legge nella prefazione di Gentile e Tonti – abbiamo voluto dedicare la copertina a un artista che meglio rappresenta il vigore e la creatività della musica italiana contemporanea”.

L’uomo che riempie gli stadi: “Jovanotti – proseguono gli autori – è un personaggio colorato, vitale, prezioso di spunti e sollecitazioni anche per chi non dovesse immedesimarsi del tutto nel suo linguaggio un piccolo, ma sentito riconoscimento a chi ha riempito gli stadi e attraversato le giornate di molti, con i suoi ritornelli e il suo bombardamento intelligente di parole e musica: un eccellente concentrato ‘son et lumières” del nostro patrimonio in fatto di canzoni!”.

A far compagnia a Jovanotti, tra i lavori meglio votati nel Dizionario ci sono anche altri artisti italiani, come “L’album biango” di Elio e Le Storie Tese, “Controra” degli Almamegretta e “Fantasma” dei Baustelle. Tra gli stranieri, tanto per citarne un paio, figurano le quattro stelle a David Bowie e ai Deep Purple.

[Foto: www.onstageweb.com]

 

Vi consigliamo anche