0 Shares 8 Views
00:00:00
14 Dec

Laura Pausini a Verissimo racconta la sua carriera

27 novembre 2009
8 Views

“Io non ho mai sognato di diventare famosa, io sognavo di fare piano bar. A me già pareva che quello fosse un sogno molto alto. Mio padre faceva piano bar e per me la cosa più irraggiungibile era fare quello che faceva lui. Lo vedevo felice e pensavo che la felicità fosse quella": sono queste le parole pronunciate da Laura Pausini nel corso di un’intervista rilasciata a Silvia Toffanin e in onda domani durante Verissimo.

Ricordando i suoi inizi, Laura ha confidato che "la notte che ho vinto Sanremo sono andata dai miei genitori e ho detto: cosa deve fare uno famoso?" e ha aggiunto che "perché se non hai mai sognato di esserlo è difficile, non sapevo assolutamente come muovermi… mi vergognavo anche un po".

E’ per questo motivo che, per molto tempo, alla fine di ogni esibizione Laura Pausini chiudeva ringraziando il pubblico: "all’inizio io dicevo sempre grazie perché mi sembrava che la gente non avesse ben capito che mi aveva cambiato la vita".

Dopo il suo ultimo e lunghissimo tour in giro per il mondo, Laura ha dichiarato che si vuole regalare un periodo di pausa.

Ai microfoni di Silvia Toffanin ha rincarato la dose: "voglio stare ferma due anni. Ho cominciato a viaggiare a 18 anni. Ora voglio stare a casa, in Romagna e riallacciare un po’ i contatti, anche, per esempio, con i miei ex compagni di scuola; sogno di andare a fare la spesa in bicicletta, di entrare in libreria e avere il tempo di scegliermi un libro, stare a chiacchierare con mia mamma. Cose come andare a fare la spesa o pagare una bolletta non ho avuto tempo di studiarle e questo mi dà fastidio e mi vergogno".

Dichiarando di voler "non sapere fare solo il mio mestiere”.

Per comprendere meglio cosa significhi stare in tour e perché poi sia effettivamente facile perdere il contatto con la realtà, Laura Pausini ha raccontato come si svolge una sua giornata tipo: "siccome ho la scusa che la sera canto, la mattina mi sveglio tardi, verso le 11.00. Di solito comincio con delle interviste, poi, verso le 17.00 faccio le prove, mi trucco, mi vesto e poi faccio lo spettacolo. Finito il concerto, rientro in hotel, non riesco ad addormentarmi subito perché ho ancora l’adrenalina in circolo, per cui mi guardo un film che solitamente ho comprato in Italia prima di partire. Il giorno dopo se è libero da spettacoli, sono in volo, se no tutti i giorni sono così, interviste e concerto".

Niente vita spericolata quindi per la rock star Laura Pausini e se ci fossero ancora dei dubbi, è lei stessa a fugarli: "poi devo anche essere molto brava e disciplinata. Per esempio non posso andare ad una festa dopo il concerto perché è pericoloso, si cambia spesso stagione e clima e rischierei di ammalarmi come è successo ultimamente”.

In ogni caso l’impegno e la serietà che la cantante romagnola mette nel suo lavoro sono ampiamente ripagati dall’enorme successo che continua a riscuotere e, a proposito dell’affermazione di Ornella Vanoni che ha detto "Altro che Mina, la vera diva è la Pausini", Laura ha risposto sinceramente: "mi ride tutto e non posso negare che questa cosa mi abbia fatto un gran piacere. Amo molto la Vanoni. Che abbia fatto questa dichiarazione mi ha molto colpito, perché comunque conosciamo la bravura di Mina e la stimiamo per il suo talento immenso. Non posso veramente pensare di essere paragonata a lei, per me è veramente il top.Grazie Ornella!".

Loading...

Vi consigliamo anche