Madre Terra: il ritorno dei Tazenda

Dal 14 maggio sarà distribuito il nuovo album dei Tazenda.
Madre Terra arriva a solo un anno dal fortunato ritorno del gruppo sardo sulla scena musicale italiana quando, insieme ad Eros Ramazzotti, hanno salutato nuovamente il pubblico con il meritevole singolo "Domo Mia", apripista dell’album Vida.

Anche questa volta il nuovo lavoro concede spazio ad un duetto di sicuro effetto: l’ospite del singolo di lancio, dall’omonimo titolo dell’album, è Francesco Renga, voce bresciana calda e carismatica, ma di origini sarde.

La collaborazione tra il cantautore ed il gruppo è nata con spontaneo entusiasmo reciproco, dopo un casuale ma a quanto pare fortunato incontro in aeroporto.
Tanto è bastato per suggellare un sodalizio musicale basato, per questo album, sul concetto della parola Terra in ogni possibile sfumatura.

Madre Terra, 14 tracce concettualmente legate le une alle altre, è un lavoro concept, come definito dagli stessi artisti in un comunicato ufficiale. Un percorso, una presa di coscienza sul tema dell’amore per il nostro malandato pianeta, in piena tematica verde.

Eppure, lungi dal limitare il tutto al solo ecologismo, non mancano accenni agli argomenti politici che si intrecciano a pensieri a tratti antropologici, quando le liriche richiamo i temi dei popoli senza Stato o il doloroso constatare quanto sangue sia stato versato sulla faccia della Terra, per via di sempre più numerose e feroci guerre.

La parola Terra, dunque, pensata, ragionata, spiegata in un ampio respiro, fino a tornare all’intimo segno che questo concetto sedimenta in ciascuna persona.

Il singolo di lancio è ancora disponibile per un paio di giorni in ascolto d’anteprima sul portale Dammispazio, direttamente raggiungibile a questo link.

Trenta secondi offerti per ingannar l’attesa di un album che, si spera, possa presto raggiungere e anche superare il buon successo di pubblico e di critica riscosso dal precedente album Vida.