0 Shares 13 Views
00:00:00
16 Dec

Michael Jackson, la morte vale oro per gli eredi

dgmag - 17 marzo 2010
17 marzo 2010
13 Views

Michael Jackson, nonostante la morte, continua a far guadagnare ai suoi eredi una fortuna incredibile e in continua crescita.

Gli amministratori del suo patrimonio hanno firmato un contratto per circa 250 milioni di dollari con Sony Music Entertainment che prevede l’uscita di 10 album da qui al 2017, contenenti i grandi classici del cantante e alcuni inediti.

Uno dei cd in preparazione sarebbe addirittura una collezione di brani mai pubblicati, in uscita a novembre prossimo.

Il contratto consente alla Sony di lavorare anche su una vasta gamma di progetti, come l’uso delle canzoni di Jackson per il cinema, la televisione, e gli spettacoli, oltre alla vendita di una lista infinita di cimeli che saranno limitati solo dal mercato e dalla fantasia dei milioni di fan in tutto il mondo.

"Nuove generazioni di ragazzini stanno scoprendo solo adesso Michael, questo contratto è fondamentale per il futuro dell’impero Jackson", ha dichiarato John Branca, uno degli avvocati incaricati di gestire il patrimonio della star, "e molte delle persone che sono andate a vedere al cinema This is it erano famiglie, senza contare che questo è stato uno dei pochi film permessi in Cina. Questo ci fa pensare che ci sia ancora un mercato in crescita e non sfruttato per la musica di Michael".

Dopo la morte di Jackson sono stati venduti più di 31 milioni di album, due terzi fuori dagli Stati Uniti. La domanda è stata talmente alta che la Sony dovette correre ai ripari per rifornire i negozi con tutti i cd e il merchandising.

Cinque anni, fa Bruce Springsteen firmò un contratto proprio con la Sony di 110 milioni di euro; nel 2008 Live Nation e il rapper Jay-Z fecero il colpaccio con un accordo di 150 milioni, tra album, tour e altri diritti. Record ormai polverizzati da Michael Jackson.

Loading...

Vi consigliamo anche