0 Shares 8 Views 1 Comments
00:00:00
15 Dec

Morte Michael Jackson, Conrad Murray indagato formalmente

dgmag - 9 febbraio 2010
9 febbraio 2010
8 Views 1

Nonostante le indiscrezioni corressero da ormai più di una settimana, ieri sera il medico personale di Michael Jackson, Conrad Murray, è stato formalmente incriminato per omicidio colposo pur avendo agito "illegalmente" ma "senza malizia".

Murray aveva ammesso di aver somministrato a Jackson l’anestetico propofol per aiutarlo a dormire poco prima dell’arresto cardiaco che ha provocato la morte della pop star lo scorso 25 giugno.

Murray era stato assunto affinchè aiutasse Michael Jackson a recuperare la forma fisica in vista del ritorno sul palco per il tour This is it; il 25 giugno scorso, secondo le indagini delle autorità, il medico somministrò al cantante una dose eccessiva di Propofol (farmaco usato per addormentare i pazienti in sala operatoria) che lo mandò in arresto cardiaco.

Il cardiologo si è dichiarato "non colpevole" per l’accusa di omicidio colposo ma, se condannato, potrebbe rischiare fino a quattro anni di carcere.

Loading...

Vi consigliamo anche