0 Shares 9 Views
00:00:00
16 Dec

Elio e le Storie Tese sbeffeggiano il concertone del Primo Maggio

Michele Antonelli - 12 aprile 2013
12 aprile 2013
9 Views

Le sento, stanno già muovendo le prime critiche sbraitanti al nuovo singolo di Elio e le Storie Tese da parte di chi sostiene che il Concertone, forse l’unico fenomeno collettivo della sinistra giovanile bene, non si tocca. E basta!

Il canale ufficiale di YouTube degli Elii ha infatti lanciato stamattina Complesso del Primo Maggio, il primo singolo che anticipa l’uscita del nuovo lavoro L’album biango (certamente un omaggio al White Album), prevista per il 7 maggio.

Come si intuisce dal titolo, il singolo vuole scardinare la sacralità del concerto di Piazza San Giovanni e lo fa senza mezze misure, sbeffeggiando i luoghi comuni legati alla manifestazione e marcando musicalmente in modo impeccabile le caratteristiche degli artisti che ne affollano il palco e che, in effetti, cadono spesso nel cliché.

Un pezzone, mix di strofe ragamuffin e klezmer che confermano la già nota capacità di Elio e le Storie Tese di rinnovare costantemente il proprio stile, lasciandolo sempre fedele a se stessi; il che è una grande qualità.

Il testo è divertente e dissacrante, come anche la nota ufficiale del gruppo: “Il primo maggio è caratterizzato dal concertone del Primo Maggio, che a sua volta è ricco di complessi del primo maggio. Il concertone del primo maggio genera complessi del primo maggio che suonano al concertone del primo maggio. Le implicazioni artistiche di questo fenomeno sono altalenanti”.

Si potrebbe, a ragione, comprendere l’impulso di difendere una manifestazione che a fatica sopravvive a tempi in cui spesso vale la regola “impegno = noia”. Ma  se a farlo sono Elio e le Storie Tese, che peraltro critica un evento a cui spesso ha partecipato, glielo perdoniamo, perché l’arte stessa è consapevolezza, e la musica in particolare. O no?

Michele Antonelli

Loading...

Vi consigliamo anche