0 Shares 7 Views 1 Comments
00:00:00
14 Dec

Pierdavide Carone: Il ballo dell’estate è tormentone

9 marzo 2010
7 Views 1

Pierdavide Carone continua ad essere il reuccio di Amici 9 e così dopo aver vinto Sanremo 2010 grazie a Valerio Scanu, è iniziata la sua rincorsa al successo.

Sabato, durante la puntata pomeridiana di Amici, ha così presentata la sua nuova canzone, Il ballo dell’estate, che si candida a diventare il tormentone di stagione.

Si tratta di un brano allegro, frizzante e movimentato che mette in luce le doti di Carone, apprezzato per la sua versatilità; Pierdavide aveva già presentato la sua canzone lo scorso 28 febbraio ma sabato scorso Maria De Filippi gli ha affiancato dei ballerini professionisti e ha chiesto al pubblico di seguire la coreografia per far sì che il tormentone fosse servito.

Ecco il testo de Il ballo dell’estate:

Questo è il ballo dell’estate,
restate qua non vi fermate.
esibisci che sai fare
fino a notte stai a ballare.
Poi gira su te stesso,
fallo un’altra volta adesso
Metti il corpo in movimento,
metti i tuoi capelli al vento.
Qui non serve la parola,
qui si balla qui si vola,
qui la mente qui non vale
è un istinto primordiale.
Questo è il ballo dell’estate,
restate qua non vi fermate.
esibisci che sai fare
fino a notte stai a ballare.
Poi rigira su te stesso,
fallo un’altra volta adesso
Metti il corpo in movimento,
metti i tuoi capelli al vento.
Qui non serve la parola,
qui si balla qui si vola,
qui la mente qui non vale
è un istinto primordiale.
Questo ballo è uno sballo.
Muovi il ventre con la mente
Questo è il ballo dell’estate,
restate qua non vi fermate.
esibisci che sai fare
fino a notte stai a ballare.
Poi gira su te stesso,
fallo un’altra volta adesso
Metti il corpo in movimento,
metti i tuoi capelli al vento.
Qui non serve la parola,
qui si balla qui si vola,
qui la mente qui non vale
è un istinto primordiale.
Questo ballo è uno sballo.
Muovi il ventre con la mente
Questo è il ballo dell’estate,
restate qua non vi fermate.
esibisci che sai fare
fino a notte stai a ballare.
Poi gira su te stesso,
fallo un’altra volta adesso
Metti il corpo in movimento,
metti i tuoi capelli al vento.
Qui non serve la parola,
qui si balla qui si vola,
qui la mente qui non vale
è un istinto primordiale.
qui la mente qui non vale
è un istinto primordiale.
Sta qua non vi fermate
questo è il ballo dell’estate.

Ecco il video dell’esibizione di sabato 6 marzo:

Vi consigliamo anche