0 Shares 5 Views
00:00:00
11 Dec

Premio Mogol 2009, vince Luca era gay di Povia

15 giugno 2009
5 Views

E’ Povia con la sua Luca era gay a vincere il Premio Mogol 2009 organizzato dall’assessorato regionale all’istruzione e cultura in collaborazione con la "Fondazione Istituto Musicale" della Valle d’Aosta ed il Centro Europeo di Toscolano – Cet, che premia il miglior testo tra le canzoni popolari italiane edite dal 1° gennaio 2008 al 28 febbraio 2009.

"Ho assegnato quest’anno, come da statuto", commenta Giulio Rapetti Mogol, che presiede la giuria formata dallo scrittore Arnaldo Colasanti e dai giornalisti Oliviero Beha e Marcello Veneziani, "il Premio che porta il mio nome a Povia per il testo di Luca era gay che racconta usando la prima persona, un fatto di vita, fino a pochi anni fa probabilmente considerato scabroso, vissuto con disarmante naturalezza. Povia ha intinto la penna in un inchiostro molto simile al liquido, di colore diverso, che scorre nelle nostre vene e ci regala ogni giorno un altro giorno del miracolo della vita, sorgente essenziale di ogni poesia".

Povia ha battuto la concorrenza di Simona Molinari con Egocentrca, Franco Battiato con Tutto l’universo obbedisce all’amore, Vinicio Capossela con Il Paradiso dei calzini, Jovanotti con A te ed Arisa con Sincerità.

"Non c’è dubbio che la musica e i diritti stanno su livelli diversi, ma mai come nel caso di Povia e della sua Luca era gay possiamo dire che forse le contestazioni del movimento gay siano riuscite a dare pubblicità e a far sì che i critici dessero più attenzione ad una canzonetta che magari senza il nostro aiuto sarebbe passata più inosservata", ha dichiarato Imma Battaglia, presidente Di Gay Project,

Lo scorso anno a vincere fu Fango di Jovanotti.

Vi consigliamo anche