Psiche, il nuovo album di Paolo Conte

A quattro anni dal suo ultimo successo, Elegia, torna a farsi sentire uno dei maggior musicisti italiani che ha oltrepassato i confini nazionali, diffondendo il suo stile unico in tutto il mondo: siamo parlando di Paolo Conte che, con l’avvicinarsi dell’autunno (o se vogliamo, sul finir dell’estate), propone la sua ultima fatica dal titolo Psiche.

I primissimi approcci del cantautore astigiano si fanno sentire a partire dagli anni Sessanta quando nasce come musicista (vibrafonista) jazz e lega la sua passione per questo genere alla composizione di testi del tutto esclusivi che solo una mente raffinata ed una cultura elevata riescono a fare.

Paolo Conte comincia a comporre testi per Adriano Celentano (Azzurro), per Enzo Jannacci (Messico e nuvole), per Caterina Caselli (Insieme a te non ci sto più), sino ad arrivare al suo primo debutto da interprete canoro nel ’74 con l’album Paolo Conte, conquistando il pubblico e progredendo, negli anni a seguire, nell’approfondimento di uno stile ricercato che fa innamorare soprattutto i francesi.

Non a caso Psiche verrà presentato il prossimo 5 settembre all’ Olympia di Parigi, dove è stato insignito nel 2001 dell’onorificenza di Cavaliere delle Arti e delle Letter, e darà il via al suo tour autunnale che lo vedrà protagonista anche a Milano in ottobre, e a Roma al Sistina in novembre.

L’invito è quello di attendere l’uscita dell’album, il prossimo 19 settembre, e di aspettarsi uno scoppiettante e garantito successo “contiano”.