0 Shares 11 Views
00:00:00
12 Dec

Reality killed the video star: Robbie Williams ritrova sè stesso

8 novembre 2009
11 Views

Ad ascoltare l’ultimo Reality killed the video star non si direbbe proprio che Robbie Williams sia stato vittima di una crisi di nervi.

Eppure l’ex Take That, che da solo miete più successi che in compagnia, pare essere talmente grato alla musica e al successo da aver ironizzato sulla sua vita.

Williams dichiara di avere infatti sfiorato l’abisso, come Michael Jackson: "ho trascorso tre anni chiuso nella mia casa di Los Angeles senza uscire se non per andare dal medico. Ho preso anche gli antidolorifici come faceva lui. Ma dopo due mesi ho smesso, ce l’ho fatta".

Dice che non ha previsto un tour per promuovere il nuovo album perchè "quando arrivo sul palco sembro così sicuro e invece sono terrorizzato. Sono un automa che continua a ripetersi di fare schifo. Diciamo che ogni tanto farò come si fa con l’acqua del mare: si mette dentro il piede per sentire se sia troppo fredda oppure sopportabile".

Pieno di incertezze, Robbie dice di non essere "mai riuscito a fare l’album che ho davvero in mente" e non dà assolutamente per certa la reunion con i Take That di cui si parla ormai da mesi: "mi interessa molto ma non so quando succederà", chiosa.

Ma se non fosse diventato una star mondiale, che cosa avrebbe fatto il bel Williams nella sua vita?
"Sarei diventato molto grasso. Andavo bene a scuola ma non ho imparato nulla. Forse sarei diventato uno spacciatore di marijuana", dice lui aggiungendo di adorare Michael Bublè e di sentirsi lusingato del fatto che lui gli abbia chiesto di duettare insieme.

Però non vede alcun fine in un duetto del genere: "se fossi ambizioso, lo farei. Ma alla fine preferisco starmene a casa a Los Angeles con il mio cane".

Questa la tracklist di Reality killed the video star:
– Morning sun
– Bodies
– You know me
– Blasphemy
– Do you mind?
– Last days of disco
– Somewhere
– Deceptacon
– Starstruck
– Difficult for weirdos
– Superblind
– Won’t do that
– Morning sun (reprise)

Bodies, il video:

Vi consigliamo anche