Steve Jobs fonderà una casa discografica

Steve Jobs, eletto dalla rivista americana Blender la persona più influente nel mondo della musica Web, potrebbe presto creare un’etichetta musicale e avrebbe già trovato delle star pronte a sostenerlo.

Tra gli adulatori di Jobs ci sarebbe infatti il rapper Jay-Z
, che potrebbe presto lasciare la casa discografica di cui è anche presidente e amministratore, la Def Jam recordings portandosi dietro anche la fidanzata Beyoncè, il cui contratto con la Sony è in scadenza.

Ovviamente se le voci fossero confermate si tratterebbe di un modo nuovo, e redditizio, di fare business in quanto la nuova etichetta musicale di Steve Jobs sarebbe solo digitale e potrebbe contare sull’appoggio dei prodotti Apple di punta, iTunes store su tutti.

Allo stato attuale si stima che iTunes gestisca da solo il 70% della musica scaricata legalmente sul web ed è chiaro che se Steve Jobs decidesse di darsi alla musica e produrre artisti il valore aggiunto dallo store online, e dai prodotti a questo collegati, sarebbe enorme.
Senza contare l’appeal mediatico di Jobs e dei prodotti Apple che generano nei consumatori un’attesa spasmodica molto prima della loro uscita grazie a sapienti azioni di marketing in grado di rendere appetibili anche prodotti che da soli, se non supportati, non avrebbero granchè da raccontare.