The Rasmus tornano con Black Roses

Ama le biciclette, ha un uccellino tatuato sulla spalla sinistra, simbolo della cantante Björk di cui è fan sfegatato, viene dalla terra nordica finnica: stiamo parlando di Lauri Ylönen, frontman della band The Rasmus.

Tutti lo ricorderanno con quegli occhi di ghiaccio e la capigliatura nero corvino, immerso nelle atmosfere scure di un palco rockeggiante a sfogare la sua voce verso un pubblico in delirio.
Oggi Lauri, torna con la sua band e sfoggia un look diametralmente opposto a quello mostrato nel suo periodo fervido di “In the shadows”: adesso è biondo e, in modo un po’ più pacato, canticchia il suo nuovissimo pezzo, dal titolo Linving in the world without you.

Come avrete ben capito, i the Rasmus sono tornati e ripartono alla volta di un gran successo garantito con il loro settimo lavoro discografico, Black Roses, che esce proprio oggi 26 settembre in tutta Europa.

Il loro vero successo europeo si è avuto con il pezzo “In the Shadows” in concomitanza con l’album, “Dead letters”, contenente questo brano. In seguito la loro presenza nelle radio è andata eclissandosi e non è valso a nulla nemmeno il loro successivo disco, Hide from the sun, per farli risalire a galla e passare alle vette delle chart in Europa.

La melodia del pezzo di lancio del nuovo disco non ha nulla a che fare con le “schitarrate” rock dei precedenti album: i toni si sono un po’ pacati, ma staremo a vedere cosa ci proporranno le altre track dell’album, se daranno ancora ai The Rasmus quel tocco stridente rock, oppure se li catalogheremo come vecchie glorie del gothic metal all’alba della loro eclissi musicale di genere.