Tornano i Baustelle: Amen.

A due anni dall’ultimo album La Malavita, i Baustelle sono pronti a tornare nuovamente sulla scena musicale con un lavoro dal titolo Amen, prodotto da Warner Music Italy e in uscita il 1° febbraio.

Questa band che ha saputo distinguersi per qualità raffinate e di portata intellettuale non si smentisce neppure questa volta, proponendo un prodotto musicale dai testi profondi venati di spiritualità e di concetti alti che si scontrano con la realtà sociale affatto semplice di oggi.

I brani proposti sono quindici, preparati quasi di getto nell’arco di due mesi, e sono stati annunciati dal singolo Charlie fa surf, un pezzo emblematico ed eloquente, uno spaccato sulla personalità delle generazioni attuali.

L’ispirazione per questo brano nasce dall’opera Charlie don’t surf del discusso artista Maurizio Cattelan e, come dichiara il cantante dei Baustelle Francesco Bianconi, rappresenta “un canto di ribellione adolescenziale totale, contro istituzioni, scuola, famiglia e soprattutto religione".

Nell’album si respira per certi aspetti la tensione degli anni ’70, un rock ispirato che a tratti sfocia nel punk, ma non mancano i temi dell’amore e la passione trattati con gran poesia.

Questo promettente progetto musicale ha potuto godere anche di illustri collaborazioni: hanno infatti partecipato a questo lavoro il musicista etiope Mulatu Astatke, il Maestro Alessandro Alessandroni, Beatrice Antolini, Sergio Carnevale ed altri ancora; il tutto impreziosito dalla presenza di un’orchestra di archi e di una sezione di fiati.

E mentre la macchina promozionale si avvia, i Baustelle ufficializzano anche le date del tour che partirà a il 29 febbraio da Pordenone per concludersi, dopo aver toccato tutta la penisola, il 19 aprile a Piacenza.