U2, c’è una data per l’album

Fan degli U2 resistete fino all’autunno 2008: potrebbe essere infatti questa la data di uscita del nuovo album del gruppo, se si prendono per buone le dichiarazioni che Bono Vox ha rilasciato nel corso di un’intervista rilasciata a Jovanotti per il prossimo numero di GQ

"Credo che finiremo il disco entro l’estate e che lo faremo uscire in autunno", ha detto infatti il leader del gruppo aggiungendo che l’album è stato prodotto da Daniel Lanois e Brian Eno, i due produttori storici della band.

Il disco dovrebbe essere completamente sperimentale, proporre nuove e diverse sonorità ed essere aperto a contaminazioni musicali di vario tipo: "siamo stati in Marocco per un festival di musica religiosa che si tiene a Fez. Beh, persino Larry Mullen, che a volte fa fatica a spostarsi dalla zona Nord a quella Sud di Dublino, diceva che si doveva andare. Abbiamo trovato un alberghetto con un cortile centrale interno bellissimo, da cui si sentivano i muezzin che chiamavano alla preghiera, e lì abbiamo fatto la musica più incredibile, più radicale della nostra vita. Non somiglia alla musica di nessuno, nemmeno alla nostra", ha infatti aggiunto il leader della band.

Che, disco a parte, salta agli onore della cronaca per aver "permesso" al manager storico Paul McGuinness di dichiarare che nel futuro la cosa più importante è evitare che venga scaricata illegalmente musica da Internet e che la cosa migliore da fare è buttare fuori dalla Rete (tagliando i fili?) gli utenti che si macchiano di tale reato.

Insomma, sembra chiara una cosa: togliamoci dalla testa che gli U2 possano ripetere il tentativo, riuscito peraltro, dei Radiohead di filtrare la musica prima sulla Rete e poi in maniera tradizionale. Gli U2 probabilmente ci regaleranno la loro nuova creazione solo e soltanto su cd e dvd, alla faccia del progresso…