0 Shares 12 Views
00:00:00
10 Dec

Universal riporta in vita i vecchi dischi in vinile grazie al crowdfunding

LaRedazione
17 luglio 2013
12 Views

Grazie ad un’iniziativa della casa discografica Universal tornano di moda i dischi in vinile, che, tramite al crowfunding, verranno riprodotti.

I nostalgici dei suoni non puliti ma molto più romantici saranno contenti: la casa discografica Universal, ed in particolare la sua sezione chiamata Uvynil, che si occupa nello specifico della vendita dei dischi in vinile, il 10 luglio scorso ha dato il via ad un progetto chiamato Vynil Project, tramite il quale si impegna a fare la ristampa su vinile di alcuni album che possono essere prenotati direttamente sul suo sito internet. Tutti i titoli che verranno richiesti dai fans in numero sufficiente per la stampa verranno quindi riprodotti e messi in commercio.
Sul sito della Universal si può trovare l’elenco degli album per i quali si può effettuare la prenotazione, tra cui sono presenti molti lavori appartenente al genere musicale del rock, tra cui alcuni molto noti, come per esempio Mtv Unplugged dei Nirvana, Disraeli Gears dei Cream e Slowhand di Eric Clapton.
L’iniziativa Vynil Project, come è stato detto dagli appartenenti ai vertici della casa discografica, sarà interamente crowfunded, ovvero finanziato direttamente dalle singole persone che credono nei titoli degli album proposti.
Nella realtà il crowfunding viene applicato, solitamente, al finanziamento della produzione musicale di opere di artisti non ancora universalmente riconosciuti come tali, si tratta insomma di una sorta di mecenatismo che spinge le persone talentuose a continuare a lavorare sulla propria arte, non avendo il bisogno economico di distrarre la propria attenzione da essa per potersi procurare i fondi per andare avanti.
Non è la prima volta che viene proposta al pubblico un’iniziativa simile: a seguito di un incendio che due anni fa aveva devastato uno dei depositi della Sony, durante il quale fu danneggiato un enorme numero di dischi invenduti appartenenti a gruppi indipendenti le cui case discografiche non avevano alcun interesse di tipo economico ad investire in una ristampa. In questa occasione l’etichetta indipendente Beat Delete aveva proposto un’iniziativa simile, dando la possibilità ai clienti di ricomprare i dischi appositamente riediti su specifica richiesta.
L’iniziativa Universal è stata molto apprezzata dagli amanti del vinile, che hanno iniziato ad esprimere le proprie preferenze sui titoli da poter ristampare su vinile, impegnandosi all’acquisto.

Vi consigliamo anche