0 Shares 68 Views
00:00:00
17 Jan

Brilla la stella di Vanessa Ferrari: raggiunta la finale ai Mondiali 2017

La Redazione - 5 ottobre 2017
La Redazione
5 ottobre 2017
68 Views
Vanessa Ferrari, raggiunta la finale ai Mondiali 2017

Negli ultimi anni Vanessa Ferrari ci ha abituati davvero bene: decine le medaglie vinte, altrettanti i trionfi in ogni tipo di competizione sportiva e i record registrati, ma la sua ultima impresa grida al miracolo. Nella sua specialità, la ginnastica artistica, è riuscita a ottenere l’ennesima finale di un mondiale, che si sta disputando in questi giorni nella città di Montreal, in Canada.

Una vittoria ottenuta nel corpo libero, disciplina che richiede non solo una grande concentrazione mentale, ma anche un fisico allenato e predisposto a sfide di questo genere. E c’è stato poco da fare per le sue avversarie perché la Ferrari ha dimostrato le sue doti sbaragliandole senza problemi.

Un’atleta che forse, bisogna proprio dirlo, apprezzano di più all’Estero che in Italia. Ma a questo siamo abituati, ossia a lasciar celebrare agli altri quello che, invece, dovremmo venerare noi. Perché nella sua carriera la Ferrari ha vinto tutto quello che era possibile vincere dal punto di vista sportivo.

Le imprese da lei compiute non si contano e sono state scritte negli annali sportivi. Come i cinque ori conquistati ai Giochi del Mediterraneo del 2005. Da quel momento non c’è stata competizione in cui non abbia superato i suoi avversari. Dai Mondiali alle Olimpiadi in giro per il mondo, la nostra “Farfalla”, come viene comunemente soprannominata per via della sua leggerezza mentre esegue complicati esercizi ginnici, ha sempre raggiunto il podio.

Questa finale mondiale è ancora più preziosa perché Vanessa rientrava da un brutto infortunio al tendine d’Achille, un problema fisico che avrebbe potuto intaccare la sua prestazione. Invece la nostra atleta, che compirà ventisette anni il prossimo novembre, ha dimostrato di essere la numero uno nonostante l’infortunio. Immancabile il supporto del pubblico canadese che, a fine gara, le ha riserbato un tributo di applausi e la stima infinita.

Prima di questa vittoria e durante il periodo di riabilitazione dall’infortunio, qualche sedicente “esperto” le aveva detto di rinunciare ai Mondiali e di lasciar spazio a qualcun altro. Ma come un’araba fenice la Ferrari è risorta dalle ceneri smentendo ogni pronostico. Adesso domenica pomeriggio potrà dimostrare in finale di conquistare l’ennesimo oro da inserire nel suo luminoso palmarès.

Migliorare la propria prestazione sarà un obiettivo difficile da superare per lei. Ma ogni sportivo sa che la vera sfida non è contro l’avversario, o meglio, non solo, ma soprattutto contro se stessi. E al termine di questo Mondiale Vanessa potrà pensare alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2020 e ambire a diventare la ginnasta italiana più famosa di tutti i tempi.

[Foto: oasport.it]

Loading...

Vi consigliamo anche