0 Shares 11 Views
00:00:00
14 Dec

Calciomercato Inter, Mourinho vicino alla partenza

23 maggio 2010
11 Views

Josè Mourinho, con le lacrime agli occhi al termine della partita di Champions League che ha visto trionfare l’Inter a Madrid contro il Bayer Monaco, ha anticipato qualcosa in più del suo futuro non nascondendo che probabilmente lascerà Milano.

"Questa gioia mi rende invece triste, ma io nelle mie scelte devo restare freddo per valutare al meglio il da farsi. Percentuali di partenza dall’Inter? Superiori a quelle di una permanenza. Sono uno dei tre allenatori che ha vinto con due squadre diverse la Champions, voglio essere l’unico che vince con tre squadre diverse".

Il futuro lo vedrà dunque al Real Madrid? "Solo il Real mi ha cercato, ma non ho firmato nessuno contratto e non ho ancora parlato con nessuno. Ora ci parlerò, ma poi chissà. Magari domani mi sveglio e mi viene voglia di vincere il terzo scudetto consecutivo con l’Inter, che resta un opzione, anche se il Real in questo momento è una opzione più forte. Devo solo chiedere a me stesso se sono in grado di dare una risposta a ciò che mi chiedono. La motivazione è fondamentale per me: quando sono arrivato al Porto loro da tempo non andavano bene in Europa, stessa cosa al Chelsea che ha rivinto il campionato dopo tanti anni. Anche a Madrid sarà la stessa cosa, ma a vincere non è la maglia e non sono i soldi, ma la mentalità, la voglia di fare squadra, come all’Inter, dove tutti hanno lavorato sodo per coronare questo sogno".

Poi l’elogio di Moratti e del calcio italiano: "ho avuto tanti problemi con il calcio italiano, ma l’Italia e il calcio italiano mi hanno dato tanto. E ho avuto tantissimo dai tifosi, dalla squadra, dalla società, e da tutti quelli che lavorano con l’Inter. E comunque un allenatore non fa la squadra, sono sicuro che se anche vado via il presidente Moratti farà un’ottima scelta. Ormai la mentalità è vincente, è cambiata e non sarà più la stessa. Sono contento di aver visto qui a Madrid, dopo così tanti anni, il figlio di Facchetti e il figlio di Picchi che piangevano".

Tutto parlando già al passato come se la nottata madrilena fosse già solo un ricordo…

Vi consigliamo anche