0 Shares 15 Views
00:00:00
11 Dec

Ecco i piedi logorati di Usain Bolt

LaRedazione
23 agosto 2013
15 Views

Ecco i piedi logorati di Usain Bolt: una foto pubblicata in rete, relativa al fuoriclasse della velocità giamaicano, scattata appena dopo una delle gare disputate agli ultimi Mondiali di Atletica di Mosca, sta facendo discutere gli appassionati, e sta soprattutto diventando un simbolo della fatica e del lavoro necessario dall’uomo più veloce del mondo per riuscire a raggiungere gli stratosferici livelli mostrati anche in Russia.

Pelle screpolata, alluce valgo e dita riverse, i piedi del fenomeno giamaicano sembrano davvero quelli di qualcuno che mette all’estrema prova il proprio fisico sul campo della velocità. I fans di Bolt ci tengono poi a sottolineare come la foto dei piedi del campione metta in evidenza i tanti allenamenti in umili condizioni, a piedi nudi su piste di terra, che il giamaicano ha dovuto sostenere soprattutto all’inizio della sua carriera. Un simbolo dunque dei sacrifici e di quanto Bolt  si sia impegnato per riuscire ad arrivare ai vertici mondiali dello sport. D’altronde in questi giorni l’atletica è stata scossa da uno scandalo relativo al doping che ha toccato molti atleti, e tutto questo proprio alla vigilia dell’attesa rassegna iridata moscovita. Asafa Powell, giamaicano come Bolt, e l’asso statunitense Tyson Gay, sono rimasti coinvolti nella brutta vicenda che ha gettato un’ombra inquietante su tutto il mondo della velocità.

Le malelingue avevano già iniziato a parlare di un fenomeno che avrebbe in realtà contorni molto più ampi di quelli che sono emersi, e che, considerando le incredibili prestazioni fornite del corso degli anni, poteva anche coinvolgere lo stesso Bolt, che finora, va specificato, non è stato mai neanche sfiorato da nessuna accusa relativa al doping. Chiacchiere del sottobosco che hanno però ferito il campione giamaicano, che a Mosca ha affermato con forza la sua leadership, conquistando la medaglia d’oro nei cento metri, nei duecento e nella staffetta, riuscendo così ad ottenere quattordici medaglie d’oro in tutti i grandi appuntamenti, dai Mondiali alle Olimpiadi, disputati dal 2008 ad oggi. In pratica, Bolt ha steccato soltanto nei cento metri dei Mondiali del 2011, quando per una clamorosa ingenuità fu squalificato per falsa partenza prima della finalissima.

Quando il gioco si fa duro dunque Bolt è ancora imbattuto, e dopo aver fissato i prossimi obiettivi, che prevedono il confermarsi alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 per poi dedicarsi alla sua seconda passione, il calcio, sembra lanciato verso nuovi, straordinari traguardi. D’altronde i suoi piedi forgiati dalle tante corse e dalla fatica non mentono: l’uomo dei sogni della velocità mondiale non può che essere lui.

Vi consigliamo anche