0 Shares 8 Views
00:00:00
13 Dec

Eurobasket 2013: Italia batte anche la Svezia e fa filotto nel girone D

LaRedazione
10 settembre 2013
8 Views
italia di basket contro la svezia

Eurobasket 2013: Italia batte anche la Svezia e fa filotto nel girone D. La corsa dei ragazzi allenati da Pianigiani non conosce soste, e dunque gli azzurri chiudono a punteggio pieno la prima fase dell’Europeo sloveno. L’Italia si presentava all’ultimo appuntamento del girone contro la Svezia già sicura della qualificazione alla seconda fase, ottenuta grazie alle tre vittorie contro Russia, Turchia e Finlandia, e del primo posto nel raggruppamento, acquisito grazie al successo contro la Grecia.

Nonostante questo, anche contro gli svedesi, è arrivata una vittoria che conferma come la Nazionale azzurra possa aspirare a qualcosa di grande in questa rassegna continentale. L’Italia parte bene, nonostante un po’ di turnover con Gentile che prende il posto di Belinelli (rimasto in panchina per tutta la gara) nel quintetto base, ma subisce poi la potenza atletica degli svedesi, soprattutto a causa dell’ottima performance di Taylor e Jerebko, ovvero i due elementi della squadra scandinava che giocano tra i professionisti americani, nell’NBA.

La prima frazione di gioco si chiude dunque con la Svezia avanti di cinque punti: la sfida resta equilibrata anche negli ultimi due quarti, con gli scandinavi che grazie ad un’altra prodezza di Taylor arrivano ad accumulare il massimo vantaggio, arrivando a più sette prima di subire il ritorno degli azzurri, che raggiungono a fil di sirena la parità, sessantasette a sessantasette, alla fine del terzo quarto.

Nell’ultimo quarto il duo Melli e Gentile si scatena, l’Italia passa a più cinque, con un parziale di più dodici rispetto al massimo vantaggio svedese nel terzo quarto, e sembra avere in pugno il match, ma Jerekbo riporta sotto la Svezia, con la sfida che resta accesa punto a punto, fino all’ottantadue a settantanove finale in favore dell’Italia, sudato, meritato, sicuramente importante soprattutto a livello di morale e di dimostrazione di concentrazione e disponibilità delle seconde linee.

Nella seconda fase si alzeranno ritmi e valore degli avversari, anche se va sottolineato come la squadra di Pianigiani sulla carta sia riuscita ad imporsi in un vero e proprio girone di ferro, con una squadra come la Russia, addirittura costretta a tornare a casa ma che partiva tra le favorite per la vittoria finale, ed altre realtà di estrema importanza del panorama cestistico europeo come Grecia e Turchia. Poter contare su Belinelli e Datome in grande forma, potrebbe fare la differenza nella corsa ad un risultato finale di prestigio.

Vi consigliamo anche