0 Shares 14 Views
00:00:00
16 Dec

Federica Pellegrini torna sul podio con l’oro nei 200m stile libero!

Gianfranco Mingione - 16 dicembre 2013
Gianfranco Mingione
16 dicembre 2013
14 Views

Secondo posto nella classifica per Nazioni. Il medagliere azzurro non è rimasto a secco, grazie alle dodici medaglie portate a casa dai nostri nuotatori agli Europei di nuoto in vasca corta, tenutisi a Herning, in Danimarca. A conquistare la medaglia più importante, in finale, è stata Federica Pellegrini nei 200 metri stile libero. Il tempo con cui ha chiuso la gara e agguantato il primo posto del podio è di 1’52″80, lasciandosi alle spalle la francese Charlotte Bonnet (1’53″26) e la russa Veronika Popova (1’53″62). In ottava posizione un’altra italiana, Alice Mizzau, con un tempo di 1’55″96.

A soprendersi, per il tempo raggiunto, è la stessa Pellegrini, che commenta così il risultato: “Devo dire che sono sorpresa perché non pensavo di scendere sotto l’1’53. Sono strafelice, era dal 2009 che non facevo bene un 200 stile libero in vasca corta e sono contenta di essere tornata la numero uno in Europa”. Una sorpresa che la fa ripartire con maggiore determinazione e grinta per la prossima sfida degli Europei di Berlino: “In estate ci saranno gli Europei in lunga a Berlino: ora da gennaio inizieranno gli allenamenti tosti e vediamo come andrà ma vittorie come questa sono sempre grandi iniezioni di fiducia”.

Al suo ex fidanzato e compagno di squadra va il bronzo. Filippo Magnini chiude invece la sua gara con una terza posizione i 200 metri stile libero, riportando un tempo di 1’43″34 ex-aequo con l’ungherese Dominik Kozma. I primi due posti del podio parlano entrambi russo: l’oro è andato al russo Daniil Izotov con il tempo di 1’41″70, mentre l’argento al connazionale Nikita Lobintsev (1’42″23). Come nei 200 femminili, anche qui l’ottava posizione è andata ad un azzurro, Andrea Mitchell D’Arrigo, con un tempo 1’44″60.

Soddisfazione del DT azzurro, Cesare Butini: “La Squadra ha risposto benissimo, cementando un gruppo in un clima sereno e stimolante. Il secondo posto nella classifica per Nazioni rappresenta l’insieme di risultati delle punte e dei giovani, che stanno crescendo avendo come riferimento atleti più esperti come Federica Pellegrini, Filippo Magnini, Federico Turrini ed Elena Gemo”. L’Italia migliora la sua prestazione portando a casa tre medaglie in più rispetto all’edizione 2012 di Chartres, in Francia.

[foto: www.ilfattoquotidiano.it]

 

Loading...

Vi consigliamo anche