0 Shares 13 Views
00:00:00
17 Dec
Senza categoria

Formula 1: al Gp d’Ungheria solo briciole per la Ferrari

LaRedazione - 29 luglio 2013
LaRedazione
29 luglio 2013
13 Views

Formula 1, il Gran Premio d’Ungheria riserva solo briciole per la Ferrari: la scuderia di Maranello ritorna quasi con le ossa rotte dell’Hungaroring, con il quinto posto di Fernando Alonso, ad oltre mezzo minuto dal vincitore della corsa, il britannico Lewis Hamilton, e Felipe Massa solo ottavo, a sua volta a quasi un minuto dal primo posto.

Distacchi pesanti, ma rivelatori di una corsa che ha visto le rosse mai protagoniste, ed ha visto invece risorgere la Mercedes, capace di mettere in fila le Red Bull di Vettel e Webber (rispettivamente classificatisi al terzo e quarto posto). Piazza d’onore per un sempre più convincente Kimi Raikkonen, che con il secondo posto conquistato in Ungheria ha ribadito la competitività della Lotus in questa stagione. Il trionfo di Hamilton, va sottolineato, non è mai stato davvero in discussione in una corsa dominata dall’inizio alla fine, ed anzi va detto come a tenere viva l’attenzione degli appassionati sia stata più che altro la lotta per la seconda piazza, con Raikkonen capace di respingere gli assalti di un Vettel che, sin dalle prime prove ufficiali, ha immediatamente dato l’impressione di non essere velocissimo come nelle migliori performance stagionali.

L’Hungaroring ha relegato le Red Bull sul gradino più basso e ai piedi del podio, con Webber che non ha comunque faticato a tenere Fernando Alonso alle sue spalle. Il pilota della Ferrari è partito ed arrivato al quinto posto, dimostrandosi da una parte abile nel tenere dietro Grosjean e l’altra Mercedes di Button, ma d’altra parte la preoccupazione per il gran distacco subito da Hamilton non può essere poca, anche e soprattutto in ottica mondiale. La classifica successiva al Gran Premio d’Ungheria infatti vede il pilota spagnolo non solo scavalcato di un punto al secondo posto da Raikkonen, e un Vettel primo in classifica sempre più lontano a trentanove punti di distanza, ma anche un Lewis Hamilton capace di incalzare il terzo posto, ora lontano per il britannico solamente nove punti. Nelle retrovie della corsa ungherese, ancora un Gran Premio avaro di soddisfazioni per Felipe Massa, che dopo l’ottavo posto in Canada, il sesto in Gran Bretagna ed il ritiro in Germania, non riesce a far meglio di un altro anonimo ottavo posto, che finisce con il pesare anche nell’economia della classifica costruttori. Con la Red Bull imprendibile in testa, la Mercede seconda si allontana di quattordici punti, ed anche la Lotus inizia ad incalzare la terza piazza occupata dalla Ferrari.

Loading...

Vi consigliamo anche