1 Shares 9 Views
00:00:00
14 Dec

Luna Rossa ancora KO in America’s Cup

LaRedazione
22 luglio 2013
1 Shares 9 Views

Non basta il guasto subito dall’Emirates Team New Zeland, il primo dell’America’s Cup Challenge Series, per risollevare le sorti di Luna Rossa che, al termine della regata, risulta ancora una volta battuta.

C’è molta delusione nel team azzurro di Luna Rossa, per il quale si era sperato nell’impresa, soprattutto in seguito al guasto, il primo occorso durante l’America’s Cup Challenge Series, dell’Emirates Team New Zeland. Il ko è stato però pesante e inevitabile, con i neozelandesi che restano così a punteggio pieno.

Il guasto che ha illuso Luna Rossa è avvenuto intorno al terzo dei sette lati del percorso della regata. Avvolti tra venti dalla potenza minima di quindici nodi e massima di diciannove, è avvenuta la rottura della drizza del fiocco. La situazione era alquanto critica, con il prodiere della squadra, Adam Beashel, che ha lottato duramente per poter riuscire ad ammainare la propria vela, continuamente colpita da forti raffiche di vento incessante. L’operazione è durata circa due minuti, ma alla fine Beashel ha capito che non si poteva far altro che abbandonarla, lasciandola andare fuoribordo, dove in seguito è stata recuperata da un’imbarcazione di supporto del team. Per riuscire in tale compito è servito l’intervento degli altri compagni di squadra, che hanno mostrato così un ottimo affiatamento.

Dato l’infortunio, lo skipper Dean Karker ha dovuto condurre l’AC72 con il solo supporto dell’ala rigida, riuscendo lo stesso a surclassare la squadra italiana di ben due minuti e diciannove secondi, ottenendo così un altro punto, il sesto per la precisione, al fine della scelta finale di quello che sarà lo sfidante ufficiale.

Anche Luna Rossa ha dovuto affrontare i propri problemi, con una drizza rotta che ha causato circa duecento metri di ritardo. Va però detto che si sono notati dei miglioramenti, anche alquanto netti, rispetto allo scontro avvenuto lo scorso tredici luglio. In questa nuova sfida infatti, a differenza della precedente, Luna Rossa non ha per nulla reso la vita facile alla squadra neozelandese in pre-partenza. La grave pecca del gruppo italiano resta però l’incapacità di approfittare di un colpo della sorte come quello del problema alla vela degli avversari, che avrebbe potuto e dovuto, rilanciare Luna Rossa Challenge verso la vittoria, e non soltanto far sperare e illudere i suoi tanti sostenitori.

Vi consigliamo anche