0 Shares 8 Views
00:00:00
18 Dec

Mondiali di nuoto: è finale per Bianchi e Scozzoli

LaRedazione - 29 luglio 2013
LaRedazione
29 luglio 2013
8 Views

Mondiali di nuoto, per Bianchi e Scozzoli è finale: per due degli assi nella manica della spedizione azzurra a Barcellona, l’obiettivo minimo del raggiungimento della finale è stato ottenuto, anche se al momento le speranze di andare a medaglia non sono altissime. Tutto questo in una giornata comunque complicata per i colori azzurri, che ha confermato come Federica Pellegrini, dopo un anno sabbatico dedicato ad allenamenti più blandi del solito, difficilmente potrà competere per delle medaglie, a meno di exploit particolari nella gara del dorso nella quale farà il suo esordio assoluto ad alti livelli.

Tornando ai due protagonisti della giornata, Ilaria Bianchi nei cento farfalla ha ottenuto il settimo tempo tra i partecipanti alle eliminatorie, guadagnandosi così un posto in corsia nella corsa alle medaglie. Una gara difficile per l’atleta azzurra che è riuscita comunque a strappare un grande tempo (cinquantotto secondi e ventinove centesimi) con la determinazione dei tempi migliori, e nella finalissima proverà così a sfidare le giganti della specialità. Per la Bianchi il raggiungimento della finale è comunque già un successo, mentre per Fabio Scozzoli, almeno stando a quelle che erano le aspettative della vigilia, dovrebbe essere solo il primo passo verso un conseguimento ancora maggiore.

Già secondo classificato nella precedente edizione dei mondiali, Scozzoli ha però mantenuto i motori a basso regime nella sua semifinale, chiudendo al quinto posto con il tempo di cinquantanove secondi e novanta centesimi, di poco sotto al minuto. Una performance che è stata comunque sufficiente per ottenere il settimo posto complessivo ed un posto in corsia nella finale, ma sicuramente bisognerà fare di più per puntare a ripetere un piazzamento da medaglia, considerando anche che la posizione in corsia non sarà ottimale vista la qualificazione risicata. Il miglior tempo delle semifinali è stato quello del favoritissimo, l’australiano Christian Sprenger che è stato capace di nuotare in cinquantanove secondi e ventitré centesimi, tempo di assoluto rilievo per un round eliminatorio. Soprattutto considerando che l’altra semifinale è stata vinta dall’americano Kevin Cordes con il tempo di cinquantanove secondi e settantotto centesimi, ovvero oltre mezzo secondo rispetto al rivale australiano, che ha fatto meglio di sessantasette centesimi rispetto a Scozzoli.

Difficile dire se la finale sarà davvero a pronostico chiuso, di sicuro un favorito d’obbligo c’è, ed al momento per il nuotatore azzurro nativo di Lugo, che si è presentato a Barcellona con le credenziali di vicecampione mondiale e campione europeo, le speranze di una medaglia sono calate rispetto alle aspettative della vigilia.

Loading...

Vi consigliamo anche