0 Shares 15 Views
00:00:00
14 Dec

Mondiali di nuoto: lontani dal podio Scozzoli e la Bianchi

LaRedazione
30 luglio 2013
15 Views

Proseguono i Mondiali di nuoto a Barcellona: Scozzoli e la Bianchi restano lontani dal podio nelle rispettive finali. Un campanello d’allarme in questo senso era già suonato dopo le non lusinghiere semifinali disputate dai due atleti azzurri. Ma se per Ilaria Bianchi nei cento farfalla partecipare alla finalissima iridata poteva già essere considerato un abbondante successo, lo stesso non si può dire per Fabio Scozzoli, con l’atleta di Lugo che si presentava in Catalogna con credenziali piuttosto pesanti.

Medaglia d’argento nella precedente edizione dei mondiali e campione europeo in carica nella specialità, nei cento rana Scozzoli rappresentava una delle grandi speranze azzurre nella spedizione spagnola. Il settimo tempo in semifinale non lasciava però presagire prestazioni memorabili, anche perché la distanza dagli atleti in grado di poter aspirare alla zona medaglie era decisamente considerevole. Su tutti, in semifinale aveva impressionato l’australiano Christian Sprenger, che con cinquantanove secondi e ventitré centesimi aveva fatto il vuoto, rifilando al nuotatore italiano oltre mezzo secondo di distacco. Ancora meglio per Sprenger è andata la finale, con il muro dei cinquantanove secondi rotto e la medaglia d’oro agevolmente conquistata con il cronometro fermatosi a cinquantotto e settantanove.

L’argento è andato al sudafricano Van Der Burgh, mentre la medaglia di bronzo è andata ad appannaggio del Brasile, grazie a Felipe Lima. Scozzoli si è dovuto accontentare della quinta posizione, con un cinquantanove e settanta che probabilmente non rende giustizia alle reali potenzialità del nuotatore azzurro, con la zona medaglie che tutto sommato è finita lontana solo di cinque centesimi. Nei cento farfalla femminili come detto per Ilaria Bianchi la finale era l’obiettivo principale, anche considerando che l’atleta si presentava a Barcellona non al meglio della sua condizione fisica, a causa di alcune noie ad una spalla. Alla fine rispetto al piazzamento in semifinale l’azzurra ha guadagnato una posizione, chiudendo sesta la finalissima che è stata dominata dalla svedese Sarah Sjostrom, che ha chiuso con cinquantasei secondi e cinquantatré centesimi la sua prova. Nettamente davanti all’americana Alicia Coutts, finita a quasi mezzo secondo di distanza, mentre la medaglia di bronzo è stata conquistata da un’altra nuotatrice degli Stati Uniti d’America, Dana Vollmer, che ha stoppato il cronometro a cinquantasette secondi e ventiquattro centesimi. Nella giornata di lunedì, da segnalare il record del mondo fatto registrare da Ruta Meilutyte (Lituania) nella semifinale dei cento rana femminili.

Loading...

Vi consigliamo anche